Comunità montane, boccata d’ossigeno dalla Regione

In arrivo fondi anche per i due enti varesini: serviranno a finanziare la spesa corrente

Arrivano nuove risorse per le Comunità montane della Lombardia. La Giunta regionale, su proposta del presidente Roberto Formigoni e dell’assessore al Bilancio, Finanze e Rapporti istituzionali Romano Colozzi, ha approvato il riparto 2011 di 9,3 milioni di euro per le 23 Comunità montane lombarde. Si tratta di finanziamenti in spesa corrente, che garantiranno il funzionamento degli enti territoriali che
garantiscono servizi importanti per i cittadini e opere di tutela e valorizzazione del territorio di montagna.

"Dopo le ultime disposizioni normative nazionali – spiega il presidente Roberto Formigoni – molte Regioni hanno deciso di abolire le Comunità montane o modificarle geneticamente, trasformandole in Unione di Comuni. Regione Lombardia invece ha deciso di proseguire con la propria riforma varata nel 2002 all’insegna dell’ammodernamento e della responsabilizzazione di questi soggetti istituzionali, attivi nelle aree montane, che costituiscono quasi il 50 per cento del territorio regionale".

Le risorse sono state ripartite in base a criteri oggettivi, stabiliti dalle leggi vigenti, quali la popolazione, la densità abitativa, la vastità dell’area ecc. Il riparto 2011 ha registrato il parere favorevole del Comitato per la montagna, riunitosi nei giorni scorsi.

"I finanziamenti approvati oggi – sottolinea l’assessore Colozzi – sono particolarmente importanti, a seguito dell’azzeramento delle risorse nazionali per la montagna. La nostra riforma regionale ha previsto innovazioni significative anche a livello finanziario: i bilanci delle comunità montane sono confrontabili
fra di loro, perché basati su parametri standard. Abbiamo stabilito criteri di efficienza e trasparenza, che permettono l’ottimizzazione delle risorse e il controllo delle spese, soprattutto in un contesto così delicato nel settore della finanza pubblica".

Ecco le risorse assegnate alle Comunità montane.

Oltrepo pavese 409.453 euro,
Alto Garda bresciano 318.618,
Valle Sabbia 391.856,
Valle Trompia 385.405,
Valle Camonica 660.027,
Sebino bresciano 223.846,
Laghi bergamaschi 567.094,
Valle Seriana 651.393,
Di Scalve 327.218,
Valle Brembana 421.305,
Valle Imagna 184.497,
Lario Orientale-Valle SanMartino 418.284,
Valsassina-Valvarrone-Val D’Esino e Riviera 311.075, Triangolo
Lariano 297.733,
Lario-Intelvese 227.452,
Del Lario e del Ceresio 500.511,
Alta Valtellina 592.110,
Valtellina di Tirano 351.527,
Valtellina di Sondrio 485.483,
Valtellina di Morbegno 360.943,
Valchiavenna 425.737,
del Piambello 355.114,
Valli del Verbano 433.319. (Ln)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.