Confartigianato Varese e Centrocot: come difendere il made-in

Un seminario dedicato all’etichettatura dei prodotti tessili: la tracciabilità di prodotto. L’appuntamento è per mercoledì 12 ottobre, nella sede di Gallarate di Confartigianato Varese. Partecipazione gratuita

Per le imprese del settore tessile ma anche per le pulitintolavanderie interessate ad approfondire la conoscenza delle normative riguardanti il made in Italy e l’etichettatura dei prodotti tessili, l’appuntamento è a Gallarate, il 12 ottobre, a partire dalle ore 20. L’Associazione artigiani di Varese, con Centrocot, organizza un seminario dal titolo “L’etichettatura dei prodotti tessili: la tracciabilità di prodotto e il Made In”. L’appuntamento è fissato per mercoledì 12 ottobre, alle ore 20, nella sala riunioni della sede di Gallarate (viale Milano 69) di Confartigianato Varese.

La partecipazione, gratuita, è aperta a tutte le aziende del settore tessile (in provincia di Varese se ne contano più di 4000) senza alcuna distinzione dimensionale. Perché un seminario dedicato al tessile? Perché non si parla mai abbastanza di tessuti, filati, tutela e formazione professionale. A maggior ragione in un settore – quello della Moda – che è continuamente interessato da un avanzamento tecnologico, da un particolare contatto con il cliente e da una concorrenza che si fa di volta in volta più agguerrita. All’incontro, dunque, si affronteranno le evoluzioni in tema di etichettatura (da parte della dottoressa Gabriella Alberti Fusi), la tracciabilità dei prodotti tessili (a cura dell’ingegnere Nicola Torreggiani) e il piano formativo nel settore moda (la parola al presidente regionale pulitintolavanderia di Confartigianato Lombardia, Stefano Locorotondo).

La collaborazione tra Associazione artigiani di Varese e Centrocot ha trovato una sintesi anche su carta, con la sottoscrizione di una convenzione dedicata appositamente alle imprese del nostro territorio. L’accordo, infatti, si concentra sulla pianificazione di corsi di formazione a tariffe agevolate e modulati sulle dirette esigenze degli imprenditori. Un passo importante che denota particolare attenzione nei confronti di quella riqualificazione professionale che interessa sempre più da vicino le imprese. Corsi su misura e unici, quindi, per fornire alle aziende consigli utili su innovazione e qualità dei prodotti. Dalla progettazione dei campionari moda alla descrizione e regole d’origine nell’etichettatura dei prodotti tessili, dall’analisi delle difettosità alla certificazione del prodotto tessile (il controllo qualitativo / quantitativo) sino alla definizione e sviluppo di un sistema di tracciabilità aziendale del prodotto.
«La competitività d’impresa – dichiara Giorgio Merletti, presidente di Confartigianato Varese – passa anche dalla curiosità, dallo stare al passo con i tempi, dall’aggiornarsi e dall’(in)formarsi. E’ per questo che la convenzione con Centrocot è importante: perché sono le imprese a dirci chiaramente ciò di cui hanno bisogno. Si tratta di corsi “on demand”, unici nella loro tipologia, attenti ai cambiamenti del mercato, fatti per facilitare lo sviluppo dell’impresa. Così come il seminario, con il quale si approfondiscono, con chiarezza, le tematiche che le imprese trattano nel loro lavoro quotidiano».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.