Cusatis: “Non montiamoci la testa”

Il tecnico della Pro Patria accoglie i tre punti, ma non vuole ricadere negli errori fatti in passato: "Contento della prestazione della squadra"

 La Pro Patria ottiene la prima vittoria stagionale contro il Borgo a Buggiano, battuto 2-0 grazie alle reti di Serafini e Dalla Costa. Il tecnico della Pro, Giovanni Cusatis, non vuole montarsi la testa dopo la vittoria: «Sappiamo che non è facile, ma come non mi abbatto dopo le sconfitte, non voglio esaltarmi per una vittoria. Oggi abbiamo fatto quanto preparato in allenamento, questo è importante. Abbiamo affrontato una buona squadra, che fa dell’entusiasmo e della forza fisica la propria idea. Ho voluto dare un’opportunità a Taino perchè è un ragazzo che si impegna sempre molto in allenamento e Pantano non veniva da prestazioni molto buone. Andreoletti l’ho scelto perché avevo bisogno di un portiere che potesse comandare meglio la difesa: posso dire che questa volta mi è andata bene. Oggi siamo stati bravi a ridurre al massimo gli errori, questo ci ha dato tranquillità e serenità. Siamo un po’ preoccupati per Cozzolino, mi sa che potrebbe essere qulcosa in più di uno stiramento».

L’autore della seconda rete, Marco Dalla Costa, racconta la gioia per aver segnato il primo gol stagionale: «Non sapevo se avessi addosso un malocchio, sia a Lecco, sia oggi, fino al gol pensavo ci fosse qualcosa che non mi facesse segnare. Dedico il gol a tutti quelli che hanno creduto in me e mi hanno sempre supportato. Credo che ci siamo mossi bene, mettendo in campo i dettami del mister e siamo stati bravi a portare a casa la gara, anche perché i nostri avversari hanno più che altro lanciato lungo cercando la loro punta. Dopo Poggibonsi ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che dovevamo fare qualcosa in più e oggi ci siamo riusciti».

Gianluca Colonnello, mister del Borgo a Buggiano, analizza la gara in maniera oggettiva: «Abbiamo fatto una buona gara, avendo anche diverse occasioni da rete. Per lunghi tratti abbiamo anche meritato il pareggio, ma alla fine gli attaccanti bustocchi sono stati bravi e hanno meritato i tre punti. La Pro Patria è una buona squadra e credo che con il tempo e se continuerà a raccogliere i risultati verrà fuori alla lunga facendo un buon campionato. Siamo una squadra giovane e probabilmente oggi abbiamo subito un po’ la stanchezza delle tante trasferte fatte e questo lo abbiamo pagato».

Alessandro Cortesi, criticato nelle passate partite, oggi è stato uno dei migliori in campo, giocando da trequartista: «L’importante era vincere oggi e abbiamo anche fatto una buona prestazione. Abbiamo anche avuto un pizzico di fortuna e sappiamo che può essere determinante in certe gare, oltre a fare bene al morale. A livello di gruppo abbiamo realizzato l’intento che ci eravamo prefissi. Non dobbiamo più commettere l’errore di accontentarci dopo una vittoria, ma dobbiamo pensare di continuare a impegnarci per puntare alla vittoria come successo oggi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.