Doriano Molla non fu vittima delle bestie di satana

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Busto ha archiviato il caso dopo un rinvio per ulteriori approfondimenti. Non sono stati riscontrati elementi che potessero sostenere l'accusa

Doriano Molla non fu vittima delle "Bestie di satana", lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Busto Arsizio Nicoletta Guerrero. Il giovane fu trovato impiccato nella Valle del Boia alla fine di dicembre del 2000 e la sua tragica fine fu in seguito collegata, dopo le dichiarazioni di Mario Maccione, all’oscura vicenda del gruppo già condannato per tre omicidi ma del quale fin qui non sono emerse responsabilità su questo caso specifico. L’ipotesi che il giovane fosse vittima, anch’egli, di omicidio da parte di Nicola Sapone e Andrea Volpe è stata archiviata dopo un rinvio per ulteriori approfondimenti. Si chiude, dunque, l’ennesimo capitolo di una vicenda che non si è conclusa con le condanne ai responsabili della morte di Chiara Marino, Fabio Tollis, Mariangela Pezzotta e Andrea Bontade (indotto al suicidio). Oltre che sulla morte di Doriano Molla, è rimasto il mistero anche sulla vicenda di Christian Frigerio, secondo Maccione la prima vittima del gruppo delle Bestie di satana, nel 1996.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.