Duemilalibri: dopo la Hack e la scienza, spazio alla storia

Lunedì sera Alessandro Mari racconta il Risorgimento con "Troppa umana speranza", martedì è la volta del medioevo rievocato da Alessandro Barbero

Dopo la scienza, è la volta della storia: lunedì e martedì saranno protagonisti il Risorgimento narrato da Alessandro Mari e il medioevo ricostruito da Alessandro Barbero. Le due giornate seguono il weekend che era invece dedicato soprattutto al tema scientifico, con il clamoroso successo di pubblico dell’incontro con Margherita Hack. Certo, un successo che ha messo a dura prova l’organizzazione: «Non avevamo dubbi sulla mobilitazione che sarebbe scattata per questo appuntamento – precisa l’assessore alla Cultura, Sebastiano Nicosia, – ma non ci aspettavamo di dover escludere una parte del pubblico per ragioni di sicurezza. Rinnovo le scuse dell’Amministrazione comunale e dell’intera squadra organizzativa di Duemilalibri a quanti non hanno potuto partecipare alla conferenza e ringrazio Margherita Hack per la grande disponibilità. Devo aggiungere, del resto, che, accanto al dispiacere per non avere potuto accontentare tutti, c’è anche il conforto per il successo dell’iniziativa. Fin dall’estate si era sottolineato, attraverso comunicazioni alla stampa, la volontà di innovare la formula della manifestazione introducendo l’elemento della divulgazione scientifica». Buon riscontro di pubblico anche per le iniziative dedicate ai bambini e al rapporto tra generazioni, oltre che per l’incontro col giornalista del Corriere della Sera, Armando Torno, e col ricercatore dell’Università Cattolica, Marco Passarotti, che hanno ricordato la figura di padre Roberto Busa, gallaratese d’adozione, pioniere della Linguistica Computazionale. Affollata la tensostruttura per l’esposizione e la vendita di libri di piazza San Pietro (all’allestimento di Duemilalibri collaborano le librerie Carù, Biblos, Rinascita e Boragno) e Scuderie Martignoni gremite di studenti per l’approfondimento sui linguaggi cinematografici curato da Massimo Maisetti.

E’ il romanzo storico, ora, a legare il programma odierno a quello di martedì 4 ottobre. Questa sera (lunedì) alle ore 21.00 la sala conferenze del Teatro Condominio accoglie Alessandro Mari, recente vincitore del Premio Viareggio con “Troppo umana speranza”, 4 storie intrecciate che si sviluppano in epoca risorgimentale. Martedì, invece, il pubblico di Duemilalibri potrà immergersi nelle atmosfere di fine Cinquecento e scoprire i tanti volti della Serenissima, bella e spietata, in bilico tra gli intrighi interni e le peripezie vissute a bordo delle galee che salpavano dal suo porto. “Gli occhi di Venezia” è una storia d’avventura e d’amore ambientata in modo rigoroso da Alessandro Barbero, ordinario di Storia Medievale, vincitore del Premio Strega a metà anni Novanta, noto al grande pubblico anche in virtù delle partecipazioni al programma televisivo “SuperQuark”. Lo studioso e romanziere parteciperà alla cena con l’autore in programma alle 20.00 nel ristorante Corte del Re. Cambio deciso di argomento per la serata, con le letture da “Prove d’Autore” di Harold Pinter. Protagonisti i brani delle commedie più famose dell’autore inglese che impegneranno Alessandra Serra (traduttrice e portavoce ufficiale per l’Italia del grande drammaturgo), Marina Spreafico (fondatrice del Teatro Arsenale a Milano, un prestigioso curriculum di attrice, con esperienze in Italia e all’estero, oltre che di insegnante) e Augusta Gori (attrice, autrice di favole, due dischi all’attivo, già alla conduzione della nota trasmissione televisiva per bambini L’Albero Azzurro).

Di seguito, il programma dettagliato di questa sera e domani, come sempre consultabile, insieme al sito internet www.duemilalibri.it .

Lunedì 3 ottobre

Ore 21.00 – Incontro con Alessandro Mari: “Toppo umana speranza”.
Sala conferenze Teatro Condominio.

Martedì 4 ottobre

Ore 18.30 – Incontro con Alessandro Barbero: “Gli occhi di Venezia”.
Sala conferenze Teatro Condominio.
Ore 20.00 – Cena con l’autore (Ristorante La Corte del Re, Gallarate, via Manzoni 1. Prenotazioni: 0331.770026).

Ore 21.00 – Letture da “Prove d’autore” di Harold Pinter . Tradurre Teatro = Tradurre Musica.
Con Alessandra Serra, Marina Spreafico e Augusta Gori.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.