“Elezioni, i partiti del centrosinistra dovrebbero parlare la stessa lingua”

Nuovo appello del gruppo Slega Tradate che ha raccolto 170 firme per la lettera di unità inviata a tutti i partiti del centrosinistra cittadino

Mentre il centrosinistra fatica a definire una strategia per  presentarsi unito alle prossime elezioni amministrative, la società civile  chiede coesione a suon di firme.  Sono oltre 170 i firmatari della lettera  inviata proprio in questi giorni ai partiti del centrosinistra per convincerli  ad adottare una strategia comune. Infatti, anche se da qualche mese si è iniziato a discutere delle elezioni  amministrative della prossima primavera, sembra che i partiti non parlino  la stessa lingua.

Così, a fare da interprete ci sta provando Slega Tradate. Ma andiamo con  ordine. Durante la scorsa estate un gruppo di cittadini tradatesi ha lanciato  un iniziativa dal nome inequivocabile: “SlegaTradate”, nata con l’obiettivo di aggregare il centrosinistra della città attorno ad un percorso comune e partecipato verso una candidatura unitaria per le prossime elezioni amministrative. Il tutto è partito a fine luglio, prima sulla rete (http://slegatradate.blogspot.com), poi attraverso il passaparola, con una  lettera aperta da sottoscrivere e sottoporre alle forze del centrosinistra.  L’alto numero di adesioni dimostra che a Tradate esiste un’ampia fetta  dell’elettorato di centrosinistra stanco della frammentazione. Cittadini convinti che, per scalzare il blocco politico-affaristico che ha governato  Tradate nell’ultimo ventennio, sia necessaria una forte coalizione unitaria che  nasca attorno ad un programma condiviso e costruito con la partecipazione  della cittadinanza.

La provocazione è stata raccolta dalle forze politiche che nell’ultimo mese hanno avviato un dialogo per confrontarsi sulla piattaforma proposta da Slegatradate. In particolare, in una vivace riunione il 22 settembre, i rappresentanti del Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, Citta’ Nuova, Partito Socialista e Federazione della Sinistra, hanno condiviso la richiesta di Slegatradate riguardo la necessità di un percorso partecipativo per la definizione del programma, mentre sull’opportunità e sulla natura di una eventuale coalizione unitaria le posizioni sono state più articolate. Il confronto continua, ma il tempo stringe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.