Fondazione Città Futura: una nuova borsa di studio per l’economia varesina

5 mila euro per il miglior lavoro sul tema “Prospettive e criticità dell’economia varesina alla luce della crisi mondiale: contributi per una riflessione”

Una nuova borsa di studio per dare un’opportunità a laureati e ricercatori dell’Università dell’Insubria. La mette in palio la Fondazione Città Futura di Varese presieduta da Giorgio Fortis e coordinata da Luca Conte: lo scorso anno i 5 mila euro sono stati assegnati per una ricerca sull’economia varesina e l’impatto della crisi, quest’anno vengono proposte tre tracce consultabili al sito http://www.uninsubria.it/pls/uninsubria/consultazione.mostra_pagina?id_pagina=13523 sul tema “Prospettive e criticità dell’economia varesina alla luce della crisi mondiale: contributi per una riflessione”, cercando di approfondire una delle seguenti tematiche, connesse all’analisi delle prospettive e delle criticità che caratterizzano l’economia varesina e il territorio provinciale nel contesto dell’attuale crisi mondiale: l’evoluzione demografica del varesotto: problematiche sociali, aspetti economici e welfare locale; l’innovazione e green economy in provincia di Varese, tra strumenti di mercato e regolamentazione giuridica; il credito e sistema produttivo: problemi ed opportunità per l’economia varesina. Lo scopo è quello ovviamente di conoscere meglio il tessuto economico varesino, fornire ai vari attori strumenti di approfondimento e allo stesso tempo far interagire l’università col territorio dando ad un giovane la possibilità di fare ricerca sul campo. I soggetti ammessi a partecipare al bando sono i laureati con Laurea magistrale (o Laurea specialistica o Laurea quadriennale), che abbia mostrato una prima attitudine per la ricerca, con preferenza per laureati presso la Facoltà di Economia dell’Università dell’Insubria (il titolo di laurea dovrà essere stato conseguito entro un massimo di cinque anni accademici precedenti la data del bando, indipendentemente dal possesso della cittadinanza italiana); i titolari di Dottorato di ricerca, che abbia conseguito il titolo, presso un’Università italiana o straniera, entro un massimo di tre anni accademici dalla data del bando; gli studenti che abbiano completato la frequenza di corsi di Dottorato di ricerca in Italia o all’estero e che siano regolarmente iscritto all’esame finale per il conseguimento del titolo. La domanda va presentata entro il 4 novembre 2011.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.