Gattina prigioniera nella caldaia. Salvata dai vigili del fuoco

Intervento dei volontari Enpa e dei Vigili del Fuoco nel locale della Scuola Ignoto Militi. Ha due mesi e mezzo e non sarebbe riuscita a uscire da sola

Si è concluso felicemente il salvataggio di una piccola gattina caduta nel locale caldaia della Scuola Ignoto Militi a Saronno. È accaduto nei giorni scorsi, nel pomeriggio, quando più di una segnalazione era giunta presso la sede di Via Antici 5 dell’Enpa. Una gentile signora, preoccupata dei continui miagolii di un cucciolo di gatto, che provenivano presumibilmente da alcuni locali dismessi del comprensorio scolastico, ha contattato i volontari dell’associazione animalista nella speranza di prestare aiuto alla povera creatura.
«È tre giorni che sento questi lamenti ed ho già avvertito il personale scolastico – ha raccontato ai volontari -. Ma nessuno ha ancora provveduto a trarre in salvo quella povera bestiola. Non intendo lasciarla morire lì».

La volontaria presente in quel momento presso la sede Enpa, Giorgia Ceriani, si è immediatamente resa disponibile a perlustrare la zona e a verificare da dove provenissero i miagolii.Individuato il luogo, un locale caldaia di cui però pare non si trovino più le chiavi (così come specificato dal personale della scuola), ha cercato di capire in che modo raggiungere il giovane animale.
Verificata l’impossibilità di accedervi agevolmente, ha interpellato i Vigili del Fuoco che pochi minuti dopo, calandosi da una bocca di lupo sono riusciti a recuperare la spaventatissima gattina. Si tratta di un animale di circa 2 mesi e mezzo presumibilmente finita lì, cadendo dalla stessa bocca di lupo da cui sono passati i pompieri. «Piccola com’era e data l’altezza del muro la povera micia non aveva alcuna possibilità di uscire da dov’era entrata – raccontano dall’Enpa -. Il provvidenziale arrivo dei Vigili del Fuoco, a cui rendiamo un sentito grazie per la velocità, la perizia e la disponibilità dimostrata, e la solerzia della Signora che non ha desistito dal voler intervenire, ha garantito alla micia non solo la salvezza, ma tante cure e coccole».
Tigre, questo il nome dato alla piccolina dal Vigile del Fuoco che l’ha catturata, è ora custodita dai volontari in attesa di trovare una famiglia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.