I talenti delle scuole si affrontano nel “Bellorini-Formato”

Sabato 29 si disputa il memorial di atletica con nove istituti superiori iscritti. Organizza il Cus dei Laghi che festeggia così la promozione in Serie Argento

La stagione agonistica del Cus dei Laghi ha regalato alla società biancorossa che raduna molti talenti provenienti dai quattro angoli del Varesotto una splendida promozione in Serie Argento (foto a lato, la squadra che ha centrato questo risultato a Orvieto), la seconda categoria dell’atletica nazionale. Ecco perché assume ancora maggior importanza l’organizzazione del memorial Bellorini-Formato in programma sabato prossimo (29 ottobre) al centro sportivo di Calcinate degli Origoni, località fulcro dell’atletica cittadina.
La manifestazione è stata presentata oggi – mercoledì 26 – a Villa Recalcati e impegnerà circa 350 studenti che per un giorno lasceranno i banchi di scuola per misurarsi tra corsie e pedane. Nove sono infatti gli istituti superiori coinvolti: lo Scientifico Ferraris, il liceo Sacro Monte, il Classico Cairoli, il Manzoni, il tecnico Zappa, l’Isis Newton per Varese, l’Isis di Gazzada, il Falcone di Gallarate, e l’Isis Facchinetti di Castellanza.
Gli atleti si suddivideranno in quattro diverse specialità: una gara di velocità (80 metri), una di mezzofondo (1.000 metri), un salto (in lugo) e un lancio (il getto del peso). Il tutto per due categorie maschili e femminili, il biennio (nati nel ’96 e ’97) e il triennio (’95 e precedenti).
Il trofeo finale andrà all’Istituto che raccoglierà il maggior numero di punti ma verranno premiati anche i singoli concorrenti che saliranno sul podio in ogni specialità.
Il programma si apre alle 9,30 con gli 80 metri seguiti dalla gara del lungo; in seguito il peso e infine il mezzofondo per arrivare alle premiazioni delle 12,15.
Alla presentazione hanno partecipato gli assessori allo sport di Provincia e Comune, Giuseppe De Bernardi e Maria Ida Piazza, oltre naturalmente al presidente del Cus Laghi, Eugenio Meschi: «Siamo tra le prime 24 società italiane e questo, oltreché bello e appagante è emozionante. I grandi risultati ottenuti non sono arrivati per caso, ma grazie a lungo lavoro condotto in tutta la provincia e grazie alla collaborazione di società, tecnici e Università».
Soddisfatto anche Bruno Frigeri, presidente provinciale della Fidal, che ha parlato del "memorial" come di un «esempio importante per la promozione di questo sport» mentre il tecnico di Cus e Nazionale, Silvano Danzi, ha sottolineato l’importanza del progetto biancorosso: «La società è riuscita a coinvolgere le realtà territoriali valorizzando i giovani varesini e questa strada ha portato ottimi risultati. Alla vigilia del Bellorini-Formato mi piace pensare che tanti atleti si possano divertire scoprendo l’atletica ricordando due grandi personaggi dello sport».
E il memorial è un modo intelligente per trovare talenti che possano rimpolpare le fila biancorosse.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.