Il “Bar Sport” di Stefano Benni diventa un film

Arriva nelle sale venerdì 21 ottobre il film tratto dal famoso libro dello scrittore. Al cinema anche "Matrimonio a Parigi" e "Una separazione"

Il "Bar Sport" di Stefano Benni diventa un film Trentacinque anni dopo il successo letterario di Stefano Benni, venerdì 21 ottobre arriva nelle sale la trasposizione cinematografica di Bar Sport. Il bar citato nel titolo funge da sfondo a un racconto in cui trovano spazio diversi tipi umani con le loro vicende: tra il flipper e il telefono a gettoni, si consumano avventure di ogni tipo. Nel cast Claudio Bisio, Lunetta Savino, Teo Teocoli, Angela Finocchiaro e molti altri attori noti.
Un’altra simpatica commedia italiana approderà al cinema: Matrimonio a Parigi, di Claudio Risi.
Massimo Boldi è Lorenzo, un imprenditore milanese, evasore fiscale incallito in vacanza con la famiglia in Francia. Il destino gli farà incontrare Gennaro (Biagio Izzo), onestissimo finanziere meridionale, che soggiorna nello stesso albergo. Il figlio di Lorenzo e la figlia di Gennaro finiranno per innamorarsi, innescando una serie di peripezie assurde e coinvolgendo i rispettivi genitori…curiosità: nel film recita anche Rocco Siffredi.
Una separazione è invece un titolo impegnato, che mostra la realtà dell’Iran dei giorni nostri.
Desiderosi di abbandonare il Paese, Nader e Simin riescono ad ottenere il visto, ma Nader deve prendersi cura del padre malato di Alzheimer e non vuole partire. Simin allora decide di chiedere il divorzio, per poter lasciare l’Iran con la figlia, e nell’attesa torna a vivere dalla madre. Nader riesce finalmente a trovare una donna che accudisca il padre, ma ben presto scoprirà che la futura badante è incinta e lavora senza avere il permesso del marito. Chi pagherà il prezzo maggiore in questa delicata vicenda è la giovane Termeh, la figlia di Nader e Simin, che sente avvicinarsi il momento della scelta di campo…

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.