Il chirurgo delle star è arrivato in città

Roy De Vita è stato ingaggiato dalla Quiete. Protagonista del mondo televisivo e mediatico, il professore è “soprattutto un medico”. E non ha promesso miracoli

Signore e signori di Varese e provincia mettetevi in fila. Se sognate un corpo più bello, e avete mai preso in considerazione "un ritocchino", da oggi a Varese c’è da fare la coda: non per fare un aggiustamento qualsiasi, ma un intervento d’autore: a rimodellare fianchi, rimpolpare i seni e tirare su il fondoschiena ci penserà infatti il bisturi di Roy De Vita, uno tra i più conosciuti chirurghi plastici italiani.
 
Il professore ieri pomeriggio si è presentato al pubblico varesino alla Casa di Cura La Quiete, che da settembre ha ripreso in pieno l’attività, dopo la vendita al gruppo S.Alessandro. E lo ha fatto con un vero colpo grosso, perchè Roy De Vita non è certo uno qualunque.

Primario della Divisione di Chirurgia Plastica dell’Istituto dei Tumori di Roma Regina Elena, il professor De Vita  ha una casistica operatoria personale di oltre 10 mila interventi chirurgici eseguiti. De Vita si è imposto al grande pubblico per le molte presenze televisive e sui rotocalchi. Spesso ospite a “Porta a Porta”, “Uno Mattina”, “Check-up”, ”Italia sul Due” e a“Verissimo”, Roy de Vita ha portato per la prima volta in Italia sul piccolo schermo la fenomenologia della chirurgia plastica effettuando anche il primo intervento chirurgico in diretta (“Bisturi”). Ma la vera notorietà di Roy de Vita è legata alla serie tutta italiana “Diario di un Chirurgo” in onda dalla primavera 2010 sui canali Sky. La serie affronta da vicino le tematiche legate alla chirurgia seguendo il lavoro del professore e del suo staff nelle attività di tutti i giorni approfondendo anche il rapporto medico-paziente. 
 

Ovviamente chi opterà per il ritocchino è avvisato: la lista d’attesa è lunga, i costi alti – si parla di una cifra media di diecimila euro per la protesi al seno – e i miracoli non sono assicurati. Come ha infatti spiegato ieri il professore «Non esiste nessuna cura per la cellulite: quello che si può togliere è il grasso. Ma la cellulite resta». Dovremo rassegnarci!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.