Il Comitato genitori dell’Itcg cerca nuovi componenti

Nato lo scorso anno, il Comitato vuole promuovere maggiori rapporti tra la scuola, le famiglie e le realtà economiche del territorio

Nel corso dell’anno scolastico 2010/2011, alcuni genitori e rappresentanti di classe dell’Istituto Tecnico per Geometri (ITG) di Somma Lombardo hanno ritenuto importante promuovere un utile strumento di confronto, di partecipazione e di collaborazione fondando il “Comitato dei Genitori – ITG Somma L. do”.

 
«Oggi si assiste sempre di più ad uno scollamento tra scuola e famiglie – si legge nella lettera di presentazione – I ragazzi , di conseguenza, spesso restano isolati, in preda alla fatica di adolescenti alla ricerca della propria identità. Il nostro progetto nasce dalla volontà di promuovere alleanze educative tra chi si occupa, in forme diverse, dei nostri figli. Uno degli obiettivi del Comitato Genitori è quello di creare ,con il tempo,nel nostro Istituto, una comunità adulta (genitori, insegnanti,collaboratori) che a più livello e con diverse competenze, circondi e sostenga i nostri giovani nella loro crescita e formazione.
Riteniamo che un Paese che non si preoccupi della formazione tecnica e culturale delle nuove 
generazioni e della sua futura classe dirigente sia destinato al declino.Il Comitato Genitori si propone di collaborare con le strutture ed i docenti , con l’obiettivo propositivo di fornire nuovi strumenti integrativi alla didattica ,che possano incidere motivando positivamente gli studenti.
Un altro obiettivo del Comitato Genitori è quello di migliorare i canali di dialogo tra scuola e mondo del lavoro, avvicinando il mondo dell’istruzione a quello professionale delle imprese . Non a caso si legge nei cenni storici che “la collocazione dell’Istituto Tecnico per geometri nella città di Somma Lombardo fu motivata dalla volontà di offrire al territorio compreso tra il versante piemontese del Ticino ed il gallaratese, la presenza di un indirizzo tecnico edile, assente nella zona, fondamentale baricentro di attività legate al territorio”, a ridosso dell’area occupata dall’aereoporto intercontinentale di Malpensa.
Già oggi l’Istituto propone forme di alternanza scuola/lavoro per gli studenti delle classi più avanzate. Lo scopo non è solo ,a nostro avviso, aprire i cancelli delle imprese agli studenti, ma anche aprire le porte degli Istituti Tecnici al contributo reale delle imprese. Questo scambio offre anche un’opportunità di aggiornamento ai docenti che possono incontrare i tecnici aziendali nei luoghi di lavoro.

La qualità della scuola e dell’offerta formativa, l’immagine della scuola stessa e il riconoscimento delle competenze acquisite dagli studenti ,l’inserimento nelle realtà territoriali, sono fattori importanti per valorizzare il percorso scolastico degli studenti e sono aspetti e risultati che possono essere meglio raggiunti anche con la partecipazione e la collaborazione dei genitori e delle famiglie. Il successo di un progetto non può che arrivare da un lavoro di gruppo e dallo scambio e miglioramento delle idee. Il successo, per noi del Comitato Genitori, è un fatto collettivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.