Il leghista ribelle attacca Reguzzoni sul web

Un fotomontaggio irriverente viene messo on line dell'assessore Vedani di Buguggiate. Nei giorni scorsi aveva parlato di Bossi mal consigliato

Si è diffuso su internet, in giornata, un nuovo caso nella Lega Nord. Si tratta di un attacco  a Marco Reguzzoni, il capogruppo alla camera del Carroccio che, secondo gli oppositori interni, avrebbe troppo potere su Umberto Bossi. L’assessore leghista di Buguggiate Alessandro Vedani ha inserito nel suo profilo di facebook un fotomontaggio che ritrae lo stesso Reguzzoni mentre parla con il segretario federale. Fin qui tutto bene, ma l’immagine è stata deliberatamente affiancata a una scena del film «Il signore degli anelli», in cui si vede un mago che tiene il suo re sotto lo scacco di un incantesimo; (per la cronaca si tratta del Re Theoden sotto ipnosi mentre Grima Vermilinguo gli parla nelle orecchie). Il commento è beffardo: «Mi sa che la storia è piena di questi esempi…».

Può sembrare un episodio di poco conto e invece è indice di quanto si stiano deliberatamente diffondendo i cattivi umori interni. Il profilo di facebook è infatti pubblico e Vedani non ha fatto nulla per nasconderne l’immagine. Per la prima volta accusa indirettamente un avversario interno alludendo chiaramente al fatto di aver mal consigliato Bossi nella sua scelta del segretario provinciale Canton.

Vedani lo ha pubblicamente dichiarato, nei giorni scorsi, ma non aveva mai fatto il nome di Reguzzoni. Come sarà preso un episodio del genere dal suo partito? Postare un commento su facebook e mettere una fotografia non equivale, in teoria, a un comunicato stampa, ma vale la pena ricordare che a Malnate, un anno fa, un assessore del Carroccio dovette dimettersi per aver scritto sul popolare social network che il tricolore andava messo solo al gabinetto.

Alessandro Vedani sa benissimo che nel suo partito non è costume rivolgere, in qualunque forma critiche pubbliche, né tantomeno additare chiaramente un alto dirigente raffigurandolo come un cattivo consigliere del fondatore. Ma nella Lega Nord sembra che stiano saltando tutti gli schemi. A Verona il sindaco Tosi continua a rivolgere critiche e Bossi lo ha persino insultato. A Varese invece sembra che gli sconfitti del congresso vogliano evitare che la segreteria di Canton si normalizzi e tengono alta la tensione dello scontro.  Il punto è che Vedani e quei settori della base che hanno avversato l’elezione di Canton dicono oramai apertamente, nelle loro riunioni, che Reguzzoni è il capo di una minoranza la quale, ottenendo il favore di Bossi, si è imposta sulla maggioranza della base leghista, e cercano nuovi sbocchi per la protesta. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.