Il Leo Club si è riunito a Castellanza

Assemblea all'università per i giovani Lions di cinque distretti lombardi: nell'occasione è stata consegnata una borsa di studio a sostegno della ricerca sulla rara Anemia Diamond-Blackfan (DBA)

Si è svolta negli scorsi giorni all’Università Carlo Cattaneo – LIUC l’assemblea dei giovani dei Leo Club del Distretto Lions che raggruppa le province di Sondrio, Como, Lecco, Varese, Monza Brianza e l’Alto Milanese. In occasione dell’incontro è stata consegnata una borsa di studio frutto dell’attività di  raccolta fondi svolta durante l’annata 2010-2011 a favore della ricerca scientifica per la cura di una malattia rara, l’Anemia di Blackfan-Diamond (DBA). La borsa di studio è finalizzata a sostenere l’attività dei ricercatori presso l’Istituto per la ricerca sull’Anemia Diamond – Blackfan (DBA) e all’acquisto del materiale di laboratorio necessario per la ricerca stessa.

Promotore della iniziativa è stato il Leo Club Università LIUC di Castellanza, grazie all’impulso di Claudia Locati, già Presidente Distrettuale dell’Associazione. Il risultato è stato però il frutto dell’attività corale di tutti i Leo, sotto la guida di Paola Brugo, Presidente Distrettuale per l’annata.
Nel corso della riunione, guidata dal Presidente Distrettuale Jacopo Ronchi, i Leo hanno gettato le basi per il nuovo anno, che li vedrà impegnati, oltre che nelle iniziative dei singoli Club, anche nell’approfondimento del nuovo tema distrettuale, con iniziative di contrasto alla dislessia in collaborazione con AID (Associazione Italiana Dislessia). Inoltre, saranno impegnati sul tema nazionale “Innovare è porre l’uomo al centro dell’Universo”, con l’obiettivo di finalizzare le attività di ricerca necessaria allo sviluppo di sensori avanzati per la caratterizzazione delle specie chimiche del mercurio presenti in atmosfera.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.