Il “monoblocchino” tricolore

La nuova palazzina in costruzione al Circolo, che ospiterà le attività per i pazienti esterni, è ormai arrivata al tetto. Ed è apparsa la bandiera italiana

Il monoblocchino all'ospedale di Varese con il Tricolore Nessun atto politico, nessuna rivendicazione di italianità in terra straniera. L’esposizione del Tricolore sul tetto della palazzina in costruzione all’interno dell’ospedale di Circolo ha una spiegazione folkloristica. È, infatti, un’usanza in campo edilizio mettere la bandiera una volta che si è completato il tetto dello stabile in costruzione. La tradizione, dicono gli esperti, risale a 150 anni fa, ai tempi dell’unità d’Italia, perchè si voleva rimarcare la qualità del lavoro italiano. E, data la velocità di quest’opera ( iniziata con l’abbattimento del vecchio PS nel febbraio scorso), il vessillo viene ostentato come messaggio per tutti i cittadini che passano quotidianamente sotto questa grande area di cantiere. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.