Il sindaco Tarantino: “Non c’è nessuna trama”

Il primo cittadino leghista esclude che dietro alle dimissioni ci siano manovre per sostituire Simona Aspesi. "Terrò io le deleghe, nessun rimpasto in vista"

 «Non c’è nessuna trama dietro le dimissioni dell’assessore Aspesi, non c’è nessuno che vuole prendere il suo posto». Così il sindaco Leonardo Tarantino commenta le dimissioni dell’assessore alla sicurezza e innovazione, nate da uno scontro che attraversa soprattutto la Lega Nord di Samarate. «Mi dispiace per una persona di grande valore riconosciuto da tutto, al di là delle divergenze emerse» dice ancora il sindaco, che esclude appunto «trame» interne alla sezione e all’amministrazione. Rispetto allo scontro che ha opposto l’assessore alla sicurezza (che nella vita fa l’avvocato) e il resto della Lega, il sindaco si limita a dire che «la competenza professionale e giuridica ha a volte sopravanzato l’aspetto politico».
Nel futuro? «Penso che le deleghe le terrò io, è un momento in cui la politica deve dimostrare parsimonia». Di certo, però, le dimissioni di Aspesi cambiano anche gli equilibri interni tra Lega e PdL, equilibrio che in passato ha già causato qualche attrito: rimpasto in vista? «No, siamo a metà mandato, non credo che si debba pensare a questi aspetti e ad agire con il bilancino»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.