Il Varese non punge e il Bologna strappa il pari

Nonostante mezz'ora di superiorità numerica, i biancorossi non riescono a centrare i tre punti (1-1). Esordio con gol per Centrella

Finisce in parità la sfida tra Varese e Bologna (1-1). Al Vittore Anessi di Gavirate, i biancorossi (nella foto di Fabrizio Riboni) sono protagonisti di un ottimo primo tempo – chiuso però in svantaggio – mentre nella ripresa, dopo l’immediato pareggio, calano nettamente, non riuscendo mai a sfruttare l’ultima mezz’ora giocata in superiorità numerica. Il risultato proietta i ragazzi di Tomasoni al terzo posto a quota 8, dietro a Cittadella, Chievo e Albinoleffe (10) e Udinese (9).

Galleria fotografica

Varese-Bologna, pareggio per la Primavera 4 di 22

Primo tempo – Il Varese scende in campo con il consueto 4-2-3-1 schierando Serrano a sinistra, al posto dell’infortunato Lazaar, con Samba e Parini centrali e Fiamozzi (reduce dall’impegno con la Nazionale under 19) a destra; Scialpi si piazza a metà con Bassi Borzani, De Feo è il trequartista di destra sulla linea di Jadilson e Tiboni; davanti c’è Maio. Il Varese inizia subito forte con De Feo, lanciato per la prima volta tra i titolari, protagonista in due occasioni successive: al 4′ Serrano crossa da sinistra a suo favore ma il numero 7 non riesce a schiacciare di testa verso la porta; al 5′ invece, dopo un dribbling secco verso sinistra sulla trequarti, calcia con potenza ma il tiro è a lato. Niente da fare neanche per Tiboni che, all’11’, conclude da 25 metri trovando la presa sicura di Stojanovic. Il Bologna attende e, alla prima occasione utile, trova lo 0-1 (33′): Pescatore vola indisturbato a sinistra e, dal fondo, mette dentro rasoterra; il pasticcio di Parini fa impennare la palla, Milan prova a allontanare coi pugni ma non riesce a dare forza e Rodriguez, lì a un metro, può spingere facilmente in rete di testa la ribattuta. Era il Varese a fare la partita e la musica non cambia, con i biancorossi che costruiscono altre tre occasioni prima del fischio di fine primo tempo: al 39′ Tiboni imbuca in verticale Maio, il cui diagonale sinistro è troppo largo; al 42′ Fiamozzi sfonda al centro e spara verso Stojanovic che non rischia e allunga in angolo; al 44′ eccellente scambio nello stretto tra De Feo e Tiboni che supera in allungo i centrali bolognesi ma, a tu per tu con Stojanovic, apre troppo il piatto e manda fuori.

Secondo tempo
– La ripresa si apre con l’immediato pareggio del Varese (1′): Maio, da metacampo, lancia preciso alle spalle dei centrali ospiti; Centrella – all’esordio ufficiale in campionato – mette il turbo, supera in velocità Mitrovic e, dopo un rimbalzo, di prima intenzione fulmina sul palo lontano Stojanovic. L’1-1 galvanizza i biancorossi: De Feo brucia per l’ennesima volta Ferrari in fascia destra (nella foto di F. Riboni) e punta verso Stojanovic che è però bravo a rimanere in piedi tenendo lo specchio ben difeso. L’unica risposta degli emiliani, al 4′, è il colpo di testa velenoso – lento ma diretto all’incrocio – di Mitrovic, che Milan è costretto a smanacciare in angolo. Dopo la fiammata iniziale, la partita si addormenta un po’ e bisogna aspettare il 18′ per vedere Tiboni ricevere da Scialpi e calciare di potenza dal vertice sinistro: conclusione alta. Tomasoni prova allora a cambiare le carte in tavola (19′): Maio lascia il posto a Truzzi che si piazza al fianco di Bassi Borzani, Scialpi sale sulla trequarti e Centrella va di punta; De Feo e Tiboni si scambiano la fascia di competenza. Tre minuti più tardi, al secondo faccia a faccia con Samba, Rordiguez viene espulso da Ghersini; con la superiorità numerica ci si aspetta l’arrembaggio del Varese ma, invece, i biancorossi non pigiano mai sull’acceleratore e la giornata di lavoro di Stojanovic è di fatto conclusa. Gli unici due spunti di cronaca nel finale sono entrambi colorati di rossoblù: al 37′ Casini calcia teso una punizione che Milan, in tuffo, spinge in angolo; al 43′ lo stesso numero 8, ancora da calcio piazzato, calcia alto. La gara si chiude qui e per il Varese resta il rammarico di non aver provato a vincere la partita.

Il dopopartita – Al termine della gara Paolo Tomasoni non è contento della prestazione dei suoi, in particolare nella ripresa: «Abbiamo giocato molto bene nei primi 25′ e il pareggio segnato all’inizio della ripresa è stato meritato. Da lì in avanti l’interpretazione non mi è piaciuta, soprattutto dall’espulsione che ci ha dato la superiorità numerica: non abbiamo mai accelerato e questo non mi va giù; abbiamo avuto un calo di concentrazione che non riesco a spiegarmi e non concepisco. Forse la sosta non ci ha fatto bene. Può capitare comunque, l’importante è farne tesoro».

Varese-Bologna 1-1 (0-1)

Marcatori: Rodriguez (B) al 33′ pt, Centrella (V) al 1′ st.

Varese (4-2-3-1): Milan 5.5; Fiamozzi 5.5, Samba 6.5 (Bolletta dal 36′ st sv), Parini 5.5, Serrano 6; Bassi 6.5, Scialpi 6; De Feo 6.5, Jadilson 5.5 (Centrella dal 1′ st 6), Tiboni 6.5; Maio 6 (Truzzi dal 19′ st 6). A disposizione: La Gorga, Greco, Hoxha, Zamble. All. Tomasoni.
Bologna (4-1-3-2): Stojanovic 7; Garics 5.5, Mitrovic 5.5, Ingegneri 5.5, Ferrari 6 (Senese dal 27′ st sv); Bisoli 6; Casini 6 (Boccaccini dal 45′ st sv), Pescatore 6, Gavillan 6; Pirani 6 (Benatti dal 1′ st 5.5), Rodriguez 5.5. A disposizione: Cordisco, Bassani, Zita, Teggi. All. Perinelli.
Arbitro: Ghersini di Genova (Cappello di Busto Arsizio e Meschi di Lecco) 6.5. Ammoniti: Samba (V). Espulso: Rodriguez (B) al 22′ st per comportamento non regolamentare. Note – angoli 4-5; fuorigioco: 3-1; tiri (in porta): 14 (7) – 8 (5); falli: 15-9; recupero: 1′ + 4′.

Campionato PrimaveraRisultati e classifiche dei tre gironi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese-Bologna, pareggio per la Primavera 4 di 22

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.