Ims, 40 lavoratori entrano nella ditta. Ma il presidio continua

Arrivano gli stipendi ai 130 lavoratori e il blocco all’ingresso dell’azienda viene rimosso. Ma il presidio continua giorno e notte: “Vogliamo risposte sul futuro”. Giovedì sera consiglio comunale aperto

Dopo le tensioni di martedì sera all’Ims, sono arrivati gli stipendi di settembre a tutti 130 i lavoratori. La conferma è arrivata nella mattinata di mercoledì, dopo le proteste di mercoledì in seguito all’ingresso in azienda di una cinquantina di operai di una cooperativa che pare avesse il compito si svuotare i magazzini. I dipendenti della Ims hanno circondato il reparto e poi chiesto la solidarietà di questi lavoratori “esterni”. Lavoratori che sono poi usciti dalla fabbrica porgendo anche le loro scuse ai dipendenti della Ims.
Ora, dopo l’arrivo degli stipendi sui vari conti correnti, il blocco all’ingresso della Ims è stato rimosso. Sono entrati in fabbrica, nel reparto logistico, 44 operai. Ma il presidio proseguirà anche nei prossimi giorni: «Non possiamo allentare la presa – spiega Antonio Ferrari dei Cobas -. Adesso vogliamo delle risposte sul futuro della Ims, vogliamo sapere se è vero che ci sono degli interessamenti per l’acquisizione dei rami d’azienda, quanti dipendenti sarebbero coinvolti, quali le strategie. Finché non avremo delle risposte chiare il presidio rimane, giorno e notte».
Intanto, i lavoratori dalla vicina Acciaieria Riva hanno raccolto quasi 300 euro che sono stati destinati alla spesa alimentare necessaria ai lavoratori in presidio. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Loris Bonfanti, ha indetto un consiglio comunale aperto per giovedì sera, 27 settembre, alle 21, nella biblioteca civica. Incontro durante il quale, oltre a esprimere solidarietà ai lavoratori, potrebbero essere annunciati anche i futuri provvedimenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.