Ims presidio al oltranza. Fino al pagamento degli stipendi

Prima notte di presidio alla ex Emi, dove sono in pericolo 130 posti di lavoro: il sindaco fornisce un gazebo, la Caritas le coperte per ripararsi dal freddo

I lavoratori della Ims non mollano, sarà presidio a oltranza fuori dai cancelli, giorno e notte, fino al pagamento degli stipendi di settembre. Dopo la frattura tra proprietà e lavoratori, avvenuta nella giornata di mercoledì, sindacati e dipendenti hanno deciso di proseguire nella protesta. La notte scorsa hanno acceso un fuoco per scaldarsi, mentre in loro soccorso è arrivata anche la Caritas con alcune coperte per ripararsi dal freddo. Presente il sindaco di Caronno Pertusella, Loris Bonfanti, che ha fornito ai lavoratori un gazebo.
Il presidio fuori dai cancelli «è intenzionato a continuare ad oltranza – spiegano i sindacati in un comunicato -. Cesserà un minuto dopo che l’azienda pagherà le mensilità dovute. Si è giunti a questa forma di lotta dopo che tutti i 130 lavoratori e lavoratrici in assemblea, hanno votato la proposta dell’A.L.Cobas-Cub di non cedere ai ricatti dell’azienda e cioè di accettare la chiusura della fabbrica senza anticipo della Cassa Integrazione e senza certezza della retribuzione».
«I confederali, UIL e CGIL – continua il comunicato -, hanno assecondato la volontà dei lavoratori e quindi non si è provveduto a sottoscrivere nessun accordo, come veniva proposto dalla IMS, neanche all’Agenzia Regionale del Lavoro, attenendosi alla volontà dei lavoratori. La richiesta al Prefetto di Varese è stata fatta affinchè intervenga per capire le reali intenzioni della IMS che fino ad ora risultano poco trasparenti, e per attivare un tavolo che possa scongiurare il licenziamento di tutti i 130 dipendenti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.