“In nome della madre” , va in scena l’Annunciazione

Sabato 8 ottobre (inizio ore 20 e 45) sacra rappresentazione ideata da Mario Bistoletti su adattamento di Erri De Luca sulla figura della Vergine Maria alla Collegiata

“In nome della madre” è il titolo di una sacra rappresentazione che andrà in scena sabato 8 ottobre, alle ore 20.45, nella Collegiata di Castiglione Olona (o in chiesa parrocchiale in caso di cattivo tempo). Ideata da Mario Bistoletti con adattamenti dell’omonimo testo di Erri De Luca letti dallo stesso e da altre due voci recitanti, quelle di Sarah Quaresima e di Samantha Simonetto, la rappresentazione è un mix di testi e di musiche, in particolare canti gregoriani e ambrosiani eseguiti dal gruppo vocale Antiqua Laus diretto da Sandro Riganti. Ma dal punto di vista musicale, la particolarità, del tutto originale, è data dagli arrangiamenti per pianoforte di alcuni dei gregoriani realizzati dallo stesso  Sandro Riganti, che rendono a volte struggente, a volte leggera la narrazione. (foto: Annunciazione di Apolliono di Giovanni, museo della Collegiata)
L’annunciazione, lo stupore di Maria e la rassicurazione dell’angelo Gabriele: «Lo Spirito Santo sarà su di te l’ombra dell’Altissimo ti coprirà». La perplessità, il timore per la reazione dell’opinione pubblica, prima, e la tenerezza di Giuseppe verso la sposa promessa, poi, e, ancora, la rassicurazione dell’angelo: «Non temere Giuseppe, prendi in sposa Maria perché ciò che sta crescendo in lei è frutto dello Spirito Santo». Poi la dolce attesa della madre, il viaggio a Betlemme per assolvere al dovere del censimento ordinato dai Romani, la nascita  nella solitudine della stalla, i momenti di attesadel ritorno di Giuseppe allontanatosi perché agli ebrei maschi non era concesso di assistere al parto. Momenti di gioia profonda, lei sola con il piccolo Gesù, ma anche con la ferita della visione premonitrice della tragica conclusione di quella piccola vita che si era portata in grembo e la preghiera a Dio di lasciarlo vivere con lei fino a quando non avesse almeno raggiunto l’età adulta. Trent’anni.
Una serata di grande suggestione, un’ambientazione ideale tra le mura della splendida Collegiata quattrocentesca, completamente affrescata, sulla sommità del borgo di Castiglione Olona (Varese), “isola di Toscana in Lombardia”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.