Ivan&Ivan al via del Giro di Lombardia

La classica di chiusura si disputa tra Milano e Lecco: ci sono Basso e Santaromita. Ma il favorito rimane Gilbert

Si parte da Milano, si finisce a Lecco che sostituisce Como quale località di arrivo. E prima del traguardo ci sono insidie nuove e interessanti (la salita di Villa Vergano), a rinvigorire la seconda "classica monumento" italiana, il "Lombardia" cui oscure regole di marketing hanno tranciato la prima parte del nome (per noi resta il "Giro di Lombardia", al completo…). Non manca, va detto, il tradizionale passaggio al Ghisallo, montagna sacra – in tutti i sensi, c’è anche il Santuario – per i ciclisti della nostra regione.
La storica corsa autunnale ha perso un po’ di smalto a causa del folle calendario internazionale ma mantiene intatto il proprio fascino, nonostante un clima quasi estivo che toglie quell’atmosfera da foglie morte che ha incorniciato tante volte la corsa in linea più amata da Alfredo Binda, quattro volte vincitore.

Al via – che per qualche anno recente – è stato dato a Varese ci saranno due portacolori della nostra provincia, Ivan Basso e Ivan Santaromita, per altro senza grosse possibilità di fare risultato.
O meglio, Basso in questa gara in passato ha fatto molto bene conquistando anche un terzo posto (2004, ma era un Ivan capace di scatti in salita che ora non ha nelle gambe) e per questa stagione ha messo nel mirino il "Lombardia", però non figura tra i principali favoriti. La vicinanza con Vincenzo Nibali potrebbe aiutare i due capitani della Liquigas-Cannondale, anche se in questo 2011 il giochino non ha funzionato granché (ricordate la Tre Valli?). Santaromita invece si è ben comportato al recente "Gran Piemonte" ma ovviamente avrà limitato raggio d’azione in una BMC che pare poggiare soprattutto su un Greg Van Avermaet in ottima forma.
Il favorito numero uno resta però un altro belga, quel Philippe Gilbert dominatore di gran parte dell’annata, desideroso di fare tris in riva al Lario dopo i due successi conquistati a Como. Con lui potrebbe riproporsi il "Principino" Damiano Cunego che spesso al "Lombardia" ha mostrato tutta la sua classe vincendo in ben tre occasioni (qui l’albo d’oro completo). Per il resto va segnalato una pattuglia spagnola molto agguerrita con Rodriguez, Samuel Sanchez e Moreno sugli scudi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.