La MC-Carnaghi non fa sconti al debutto

Brillante esordio delle biancoblu, che stendono in tre set la giovanissima Pavia. 15 punti per Pavan, sugli scudi anche Guiggi e Lucia Bosetti. Ma il campionato è nel caos

In un campionato trasformatosi improvvisamente in un luna park, o forse in un tunnel degli orrori, tra partite “sigillate” dal TAR (Pesaro-Piacenza) e altre bloccate per protesta contro un regolamento modificato in extremis (Novara-Modena), Villa Cortese sembra un’isola felice. La vittoria della MC-Carnaghi, ottenuta in tre set contro una Riso Scotti Pavia inesperta e abborracciata ma meno arrendevole del previsto, è un toccasana per un movimento che avrà grosse difficoltà ad assicurare lo svolgimento regolare della stagione. E le indicazioni positive per Marcello Abbondanza superano largamente quelle negative: bene tutte le nuove arrivate, con menzioni speciali per Guiggi e Pavan (nella foto Rubin/LVF), mentre Cruz deve ancora carburare. Se poi il pubblico canta “Le Bosetti ce le abbiamo noi” c’è una ragione: Lucia è miracolosa in difesa ed efficace in attacco, Caterina si rivela un’arma micidiale quando entra dalla panchina. L’altra notizia di giornata è che Pavia, penalizzata da un numero di errori in battuta decisamente eccessivo, non è la squadra-materasso che si pensava; di questo però dovranno preoccuparsi altri, per il momento la MC-Carnaghi si gode un esordio quasi perfetto.

LA PARTITA – Buona affluenza di pubblico al PalaBorsani per il debutto stagionale di Villa Cortese. Le biancoblu schierano la formazione tipo, con Lucia Bosetti e Cruz in banda, e altrettanto fa Pavia, malgrado le straniere Lamb e Koeva si siano aggregate al gruppo da pochissimi giorni. Pincerato serve subito tre palloni a Pavan, la canadese ne mette dentro due; Cruz sfonda il muro pavese per il 6-3, poi Lucia Bosetti (10-6) e Martina Guiggi (14-9) scavano il solco, approfittando anche dei troppi errori in battuta avversari. Una gran difesa di Cruz propizia il muro del 19-12 di Wilson; subito dopo Pavia recupera 3 punti, ma la neoentrata Caterina Bosetti sigla due punti consecutivi per il 24-16 e poi va a chiudere il set sul 25-17.
Più equilibrato l’inizio del secondo set: Pavia si porta sul 3-5 con Koeva e Bramborova, ma al primo time out tecnico è 8-7 grazie a Pavan. Un servizio vincente di Maricic (10-12) convince Abbondanza a fermare il gioco; la reazione di Villa è letale e Pavan firma il 14-12 con un ace. Poi sale in cattedra Wilson: due attacchi e due muri per il 21-16. Anche questo parziale è ormai indirizzato e ci pensa Sarah Pavan a mettere la parola fine per il 25-18.
La MC-Carnaghi vuole chiudere subito i conti e anche nel terzo set si porta avanti 4-2 con Lucia Bosetti, che però viene murata da Koeva per il 5-5. È ancora Lucia, con un attacco dalla seconda linea, a firmare il 12-9 e questa volta la fuga è quella buona, anche perché Cruz entra in partita al momento giusto per mettere giù due attacchi di fila (16-10). Sul 19-13 c’è spazio anche per l’esordio di Barborkova, ma la scena è tutta per Pavan che giganteggia in attacco e a muro. Guiggi sigla il 24-16 e un errore di Balboni mette fine alla contesa.

LE INTERVISTE – Il ritorno di Sarah Pavan nel campionato italiano non poteva essere migliore: “Non sapevamo cosa aspettarci da questa avversaria, ma per essere la prima partita che giocavamo tutte insieme, abbiamo fatto molto bene. L’aspetto positivo è che abbiamo attaccato al centro molto più di quanto avevamo fatto nel precampionato”. E di questo non può che essere contenta Martina Guiggi: “Mi piace molto, la ricezione e la difesa sono invidiabili e con questa tranquillità dietro riusciamo a fare grandi cose anche in attacco. Poi, sembrerà retorico, ma mi sono davvero emozionata a sentire tanto tifo e calore”. Non si può non chiedere un parere alla centrale della nazionale sulla confusione che regna in campionato: “Certe cose bisognava sistemarle prima, c’è qualcosa che non va a livello organizzativo. A volte sembra che invece di aiutarci vogliano metterci i bastoni tra le ruote”. Ancora più duro sull’argomento è Marcello Abbondanza: “Chi doveva lavorare, dal 6 giugno a oggi, non ha lavorato bene. Noi siamo parte di un sistema che fa acqua da tutte le parti, e siamo tutti penalizzati”. Tornando all’analisi della partita, il giudizio del coach è positivo: “Mi aspettavo un inizio difficile, in una vittoria così ci speravo. La prestazione non è ancora valutabile, da qui a gennaio cercheremo solo di fare più punti possibile. Mi è piaciuto però l’impatto emotivo delle nuove, e anche la regia di Pincerato è migliorata pian piano. La nota più bella? Il numero degli errori, solo 10”.
Per Pavia, infine, parla Linda Barbieri: “Sono contenta della mia prestazione, temevo un esordio peggiore. Come squadra possiamo migliorare molto, è da pochissimo che lavoriamo tutte insieme; sappiamo che sarà difficile ma abbiamo tanta grinta e ce la metteremo tutta per fare qualche punto, soprattutto in casa”.

MC-Carnaghi Villa Cortese-Riso Scotti Pavia 3-0 (25-17, 25-18, 25-17)
Villa C.: Carocci (L), Perinelli ne, Danesi ne, Pavan 15, Guiggi 11, Cruz 7, L.Bosetti 10, Pincerato 4, Barborkova 1, Sintoni, C.Bosetti 3, Wilson 6, Puerari (L). All. Abbondanza.
Pavia: Degradi, Gennari 7, Barbieri (L), Balboni 1, Maricic 12, Vicinanza ne, Fiori (L) ne, Lamb 6, Bramborova 9, Koeva 7. All. Lotta.
Arbitri: Fabio Gini e Graziano Gelati.
Note: Spettatori 1067. Villa: battute vincenti 1, battute sbagliate 6, attacco 54%, ricezione 65%-42%, muri 6, errori 10. Pavia: battute vincenti 2, battute sbagliate 14, attacco 34%, ricezione 64%-43%, muri 5, errori 18.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.