La sorella di Uva: “L’hanno violentato”

La trasmissione di Italia Uno "Le Iene" torna sulla vicenda del varesino morto nel giugno 2008. La perizia dei medici nominati dal tribunale potrebbe aprire nuovi scenari

Le Iene tornano sul caso della morte di Giuseppe Uva. A distanza di una settimana, la trasmissione di Italia Uno è tornata a casa della sorella dell’artigiano 42enne morto nella notte tra il 14 ed il 15 giugno 2008. La nuova perizia disposta dal tribunale potrebbe infatti aprire nuovi scenari. Lucia Uva è apparsa sconvolta per quanto ha letto sul documento prodotto dai medici nominati dal tribunale: «Non lo accetto. Abbiamo aspettato tra anni la perizia, ora vogliamo la verità». Il servizio ripercorre ancora una volta i fatti: Giuseppe Uva e il suo amico Alberto Biggiogero furono fermati il 14 giugno 2008 dai carabinieri dopo una bravata in via Dandolo a Varese; furono portati in caserma in via Saffi e poi Uva fu portato in ospedale con un Tso (trattamento sanitario obbligatorio) richiesto dagli stessi carabinieri; morì nella notte in circostanze ancora da chiarire. Il processo è in corso: indagato è un medico accusato di aver somministrato un mix di farmaci che avrebbe fatto reazione provocando la morte dell’artigiano, ma adesso c’è la nuova perizia che potrebbe ribaltare tutto. L’inviato delle Iene è tornato dalla sorella di Uva, Lucia: la nuova perizia disposta dal tribunale spiegherebbe che la morte di Uva non sarebbe stata provocata dai farmaci; i medici hanno chiesto la riesumazione delle ossa, hanno rinvenuto una macchia di sangue sui pantaloni larga 16 centimetri per 10, oltre ad altre macchie che potrebbero essere feci, sperma e urina. I periti hanno chiesto una proroga di 90 giorni per ulteriori accertamenti: il giudice deciderà nell’udienza del 28 ottobre. Lucia Uva non si rassegna dunque e chiede verità, lanciando pesanti accuse: «L’hanno violentato e poi ucciso – dice pinagendo all’inviato de "Le Iene" -. Ho dentro una rabbia enorme, voglio sapere la verità su cosa è successo nella caserma di via Saffi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.