Le radici della competitività in Italia

Una serata speciale per i partecipanti dell’Executive Master in programma martedì 25 ottobre dalle ore 17.30

Una serata speciale per i partecipanti dell’Executive Master, il corsi per Dirigenti di PMI finanziato da Fondirigenti e proposto dall’Università Carlo Cattaneo. Per la conclusione della quarta edizione, la Liuc propone un Executive Party il prossimo martedì 25 ottobre dalle ore 17.30. Il professor Fernando Alberti, professore di Strategie imprenditoriali presso la Facoltà di Economia dell’Università Carlo Cattaneo e il dott. Emanuele Pizzurno, ricercatore presso la Facoltà di Ingegneria, terranno un intervento dal titolo “Le radici della competitività in Italia”.
Gli studi a livello internazionale suggeriscono che la prosperità di un territorio sia direttamente riconducibile alla sua competitività, e quindi in primis alla sua produttività e alla sua capacità di innovazione. Certamente le leve utilizzabili sono molteplici: la qualità del contesto industriale, economico e sociale, la disponibilità di infrastrutture qualificate e all’avanguardia, un sistema di servizi di supporto, un moderno sistema di ricerca e istruzione. Tuttavia, larga parte degli studi in campo strategico e organizzativo mostra come sempre più ciò che pesa in maniera decisiva sulla competitività dei Paesi siano elementi da ricercarsi a livello della singola impresa e dei cluster industriali presenti e futuri.
L’Italia si colloca al 43 posto nella classifica della competitivita’ a livello mondiale (secondo le valutazioni del World Economic Forum), tra Barbados e la Lituania – spiega il professor Alberti – Ciò si ripercuote sulla prosperità economica e sociale del nostro Paese. Le ragioni di questa scarsa competitività sono certamente da ricercarsi nelle scelte di politica macro-economica e nella qualità del contesto industriale, economico e sociale; tuttavia, è sulla produttività e l’innovatività della singola impresa e dei cluster industriali che occorre concentrare l’attenzione per riconquistare competitività”. 
L’incontro chiude il percorso formativo di quest’anno, offrendo alcuni elementi di visione e di riflessione sulla competitività dell’Italia in raffronto alle altre economie avanzate ed emergenti. Sulla base dei dati e della prospettiva sviluppata dall’Institute for Strategy and Competitiveness della Harvard Business School, a cui i due relatori sono affiliati, ci si interroga su quali siano ad oggi e su quali dovrebbero essere gli elementi fondanti della competitività del nostro sistema imprenditoriale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.