Mao Tse Tung accoglie i ricchi in banca

Inaugurata con una mostra di Andy Warhol la nuova sede della Banca Cesare Ponti, specializzata in private banking, ovvero nell'amministrazione di grandi patrimoni famigliari dai 500 mila euro in su

Se andate al civico 11 in via Staurenghi per cercare una banca e vi trovate di fronte a un ritratto di Mao Tse Tung, non avete sbagliato, ma vi trovate nella nuova sede della Banca Cesare Ponti. Per l’inaugurazione della filiale varesina, la settima, è stata organizzata una mostra del maestro della pop art Andy Warhol, in collaborazione con la galleria d’arte Palmieri di Busto Arsizio.

Specializzata in private banking, ovvero nell’amministrazione di grandi patrimoni famigliari, dai 500 mila euro in su, immobili esclusi, la Cesare Ponti, che fa parte del gruppo Banca Carige, è sbarcata nella Città Giardino. Il motivo dello sbarco è semplice: Varese è la quarta provincia più ricca della regione, dopo MilanoBrescia e Bergamo. La ricchezza totale del private italiano è pari a 869 miliardi di eurodi cui il 2,1 %  concentrato in provincia di Varese. Sul territorio ci sono, dunque, molti soldi: 18,6miliardi di euro, pari al 7% della ricchezza lombarda, distribuiti tra 11.955 famiglie, per un patrimonio medio di un milione e mezzo di euro a famiglia. 
«In Lombardia il private banking siamo noi» dice con una certa enfasi il presidente Cesare Ponti, quarta generazione dalla fondazione della banca che risale al 1871. Gli asset gestiti al 30 giugno ammontano a 2,2 miliardi di euro, con una previsione di crescita sia per la massa gestista sia per la clientela.

«Questa provincia – spiega l’amministratore delegato Enrico Ragaini – ha una ricchezza costruita sul lavoro imprenditoriale e artigiano, meno di tipo ereditario. Il nostro lavoro è amministrare i patrimoni nel lungo periodo e con la necessaria coerenza, cercando di diversificare il portafoglio rivolgendoci anche ai mercati dei paesi emergenti. I nostri servizi sono di eccellenza e su misura».

La maggior parte dei clienti della banca ha esigenze patrimoniali complesse con un patrimonio compreso tra 1 milione e 5 milioni di euro. Il cliente varesino è prudente e mira principalmente a proteggere il patrimonio. «Il rischio – aggiunge Maria Grazia Portera, direttore della nuova filiale – viene già visto e percepito nell’attività imprenditoriale. E comunque noi saremo in grado di fornire attraverso la capogruppo Carige risposte a 360 gradi, compresi i finanziamenti». 

Insomma, un private banking all’italiana

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.