Maroni protagonista dell’assemblea Confesercenti

Sarà il ministro uno degli ospiti principali - l'altro è il presidente di Confesercenti nazionale, Marco Venturi - alla assemblea annuale del quarantesimo dell'associazione

Roberto MaroniSarà il ministro Roberto Maroni il protagonista dell’assemblea generale della Confesercenti Varesina che lunedi pomeriggio, 17 ottobre,  festeggia i 40 anni dell’associazione alle ville Ponti

«Abbiamo deciso di festeggiare i 40 anni dell’attività con tre appuntamenti importanti: il primo è stato quelli degli stati generali dove abbiamo discusso della manovra finanziaria, il secondo è stato il convegno dei giovani imprenditori di Confesercenti sulle mafie al nord, ora il clou è l’assemblea generale – spiega Gianni Lucchina, direttore di Confesercenti – Una assemblea che non poteva non andare nella direzione della questione economica relativa alle piccole e medie imprese: che sono state determinanti per il passato, sono ancora ora l’ossatura del sistema economico italiano e sono determinate a lottare per il loro futuro».

Nell’incontro, che avrà inizio alle 17,  Maroni non è, ovviamente, l’unico degli ospiti: ad aprirlo ci saranno, oltre al presidente di Confesercenti Varese Cesare Lorenzini e al direttore Gianni Lucchina, il sindaco di Varese Attilio Fontana, il presidente della Provincia Dario Galli, il presidente della Camera di Commercio varesina Bruno Amoroso.

«Per noi è poi particolarmente importante la presenza di Marco Venturi: e non solo perchè è il presidente nazionale della nostra Associazione – ha aggiunto Lucchina – Ma perchè tra poche settimane sarà presidente di turno di Rete Imprese Italia, l’associazione che riunisce le associazioni di piccole imprese».

ConfesercentiMaroni sarà all’assemblea dei commercianti in un momento molto delicato per il suo governo e per il suo partito: «Certo, quando quando interviene un politico il rischio che si sposti l’argomento su altre tematiche è forte – ha precisato Lucchina – Ma dipende da come si conduce la discussione: noi chiederemo risposte ad argomenti concreti, che hanno bisogno di un dibattito vero: dalla manovra al decreto sviluppo di cui non è arrivato nemmeno la traccia. Siamo rimasti sull’argomento in tutte le nostre assemblee, sono certo che avverà anche questa volta»

Una capacità che comincia a diventare una caratteristica dell’associazione: «La cosa più importante di Confesercenti è che non è una associazione di enormi dimensioni (Ha circa 3500 soci, ndr) ma è una punta di diamante nel cercare di voler stimolare le persone che possono fare qualcosa per le piccole imprese – sottolinea Graziella Pomi Roncati, delegata città di Varese per Confesercenti – Questo penso sia la sua forza: riuscire a fare in modo che persone e amministrazioni riescano a capire i punti deboli delle PMI».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.