Milano-Varese: sfida antica per un campionato nuovo

Domenica sera (20,30 - RaiSport1) scatta la Serie A di basket con il derby del Forum. Armani superfavorita con Gallinari in campo e Scariolo in panchina. Recalcati: «Proviamo a inceppare i loro ingranaggi»

"Milano non è l’America", cantavano i Timoria, ma la metropoli lombarda stavolta è vicina ad attraversare l’Atlantico in materia di basket. Forse – e a Varese ce lo si augura – sarà solo un abbaglio provocato da lustrini e strobo immancabili alla presentazione della nuova Olimpia affidata a Sergio Scariolo, ma il progetto dei primi avversari della Cimberio appare finalmente solido dopo una lunga serie di mezze delusioni.

APPUNTAMENTO AL FORUM – Milano-Varese sarà dunque l’esordio in campionato per le due biancorosse, legate da una storia comune che resta affascinante e da una rivalità meno sentita di un tempo ma pur sempre presente. Non a caso la Rai ha scelto il derby per tornare a trasmettere il basket in chiaro (20,30 RaiSport1), un segnale di attenzione reale che permetterà – in una domenica senza Serie A di calcio – di finire nelle case di tantissimi italiani. Anche per questo la Cimberio non si può permettere di partire battuta: inutile dire che le pressioni maggiori saranno sulla EA7 chiamata a vincere e convincere fin dal principio ma è altrettanto ovvio che Varese dovrà evitare il ruolo di vittima sacrificale anche per capire quale impatto potrà avere con le grandi e di conseguenza con le altre squadre del campionato. Il Forum intanto promette di riempirsi per riaccogliere Gallinari (foto sotto), il talento di ritorno che Milano ha preso dalla Nba per il lock-out senza fare l’inutile baccano che risuona dalle parti di Bologna per la vicenda legata a Kobe Bryant. Per il "gallo lodigiano" Varese ha pronto Kuba Diawara, uno che ha la stazza e l’esperienza per attutire l’impatto tecnico e atletico dell’azzurro.

PESI MASSIMI –
Il problema è che tutta Milano è nel complesso molto più fisica rispetto alla Cimberio e di questo ne è conscio Carlo Recalcati: «Quando Nicholas va in panchina, in quattro ruoli loro saranno molto più grossi di noi, tanto che possomo mettere gente come Hairston o Gallinari a fare la guardia. Per questo abbiamo preparato alcuni accorgimenti, sia a livello di difesa individuale sia di zona: ci stiamo avvicinando alla partita senza trascurare nulla, ben sapendo che i grandi favoriti sono gli altri. Da parte nostra, ci interessa mettere granelli di sabbia negli ingranaggi di Milano: se la cosa funziona potremmo esaltare i loro problemi e metterli davanti a difficoltà che non si aspettano». Certo che la panchina ambrosiana pare davvero infinita, con adeguato bilanciamento tra italiani e stranieri e con esperienza e stazza davvero da Eurolega.

SERGIO-CHARLIE: MAGHI CONTRO – Pur con netta disparità di forze, si presenta interessante anche lo scontro in panchina tra due allenatori italiani che in carriera hanno vinto tanto. Al di là della singola partita (che il tecnico di origine pesarese ha definito «quella che da bambino non mi sarei mai voluto perdere»), Recalcati rende omaggio al più giovane rivale: «La pallacanestro italiana ha bisogno di recuperare grandi personaggi come Sergio: il suo ritorno, vista la carriera e la capacità di lavorare, è un valore aggiunto per l’intera Serie A». Un altro confronto che nasconde uno sfondo curioso è quello tra la vecchia volpe Drew Nicholas e lo "scolaretto" Justin Hurtt, per cui Recalcati svela un curioso episodio. «Hurtt è stato in predicato per andare a provare al Panathinaikos dove cercavano un sostituto di Nicholas, poi la cosa non è andata in porto. Però, quando in un torneo abbiamo incrociato Milano, ho preso da parte Drew e gli ho chiesto di spiegare a Justin cosa vuol dire giocare in certi posti e sentire la pressione addosso. Hurtt ha bisogno anche di questi confronti: è timido, ma le difficoltà lo fortificheranno».

EA7 Milano – Cimberio Varese

Milano: 5 Giachetti, 6 Mancinelli, 7 Hairston, 8 Gallinari, 9 Fotsis, 10 Cook, 11 Nicholas, 12 Rocca, 14 Filloy, 15 Bourousis, 18 Melli, 20 Viggiano. All. Scariolo.
Varese: 4 Demartini, 5 Hurtt, 6 Stipcevic, 7 Rannikko, 8 Talts, 9 Diawara, 11 Reati, 13 Garri, 14 Kangur, 15 Ganeto, 18 Fajardo, 20 Bertoglio. All. Recalcati.
Arbitri: Sabetta, Lo Guzzo, Bartoli.

Serie A – Il calendario completo 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.