Nasce l’associazione a sostegno della scuola di Comerio

Intitolata a Don Augusto e al prof Orsini, l'associazione è il primo passo versa la costituzione di una fondazione. Pieno sostegno anche dall'opposizione

Il palazzo comunale con la scuola« Era uno dei nostri dieci punti cardine in campagna elettorale» Il Sindaco di Comerio Silvio Aimetti ha presentato domenica mattina, 2 ottobre, dopo la principale messa il progetto dell’Associazione che sostiene la locale scuola, il primo passo verso la costituzione di una fondazione.
Intitolata a Don Augusto Cereda e al professor Oscar Orsini, l’ente si occuperà di raccogliere soldi per sostenere il progetto educativo, senza entrare nel merito dell’offerta didattica ma sostenendola laddove vada rinforzata o ampliata: « pensiamo all’inglese che oggi sta subendo tagli o alla musica o al teatro. Insomma a progetti che rendano la nostra scuola un modello di eccellenza in costante crescita» ha dichiarato il Sindaco.

Grazie a uno stanziamento di partenza di 12.000 euro messi dal Comune, l’associaizone ha già raccolto fondi anche da privati e aziende che si sono dette pronte a scendere in campo al fianco di questo importante progetto.
Venerdì prossimo, il Sindaco, accompagnato dalla vedova Orsini, si recherà dal notaio per costituire l’associaizone: « Per quella data spero di poter contare già su una disponibilità di 30.000 euro» ha commentato fiducioso Aimetti.

Il progetto ha visto l’adesione e il sostegno anche da parte dell’opposizione: «Abbiamo deciso di votare a favore perché condividiamo lo scopo dell’iniziativa – ha spiegato Paolo Costa – perché siamo consapevoli che esiste un bisogno -quello educativo- che necessita la messa in campo di risorse che da solo l’ente pubblico non riesce più a garantire. Anche nel nostro programma c’era il sostegno
alla scuola di Comerio e uno strumento che adempie a questo scopo è benvenuto. Abbiamo contribuito alla stesura dello statuto (sono stati accolti i nostri emendamenti) e faremo parte del
consiglio direttivo con le migliori intenzioni, per il bene di Comerio e della sua scuola».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.