Nelle mani del Mago Walter

Il portiere Bressan sta conducendo verso l'alto il Varese, posizioni già raggiunte dalla Yamamay di Parisi e dalla Cimberio con Diawara, entrambe in testa al campionato. E anche da Gallarate e Busto stavolta arrivano squilli di tromba

(d. f.) Tutti promossi! Sembra un’esclamazione di gioia da metà giugno e invece è il responso della giornata di campionato che fa felici i tifosi dell’intera provincia. Godono i fans della Cimberio e quelli della Yamamay, salite in vetta ai propri campionati, applaudono i supporters del Varese che è in zona playoff, sono soddisfatti pure a Villa per le imprese della giovanissima Elena Perinelli, fiore locale in mezzo ai talenti esotici, mentre anche Pro Patria e Gallaratese possono eleggere un uomo simbolo dopo una domenica con il pollice in su. Godiamocela, sapendo che certe congiunzioni astrali sono dure a ripetersi… ma a noi piacciono tanto.

Pagellone numero 67 del 31 ottobre 2011

walter bressan portiere calcio aperturaWalter Bressan 8 – «Il mago Walter, quando il trucco gli riesce, non pensa più a niente». I pensieri – negativi – piuttosto li fa venire agli avversari: citofonare Scognamiglio ad esempio, visto che il difensore della Juve Stabia era già giustamente pronto a far festa quando il portierone del Varese gli ha tolto dalla rete un pallone pericolosissimo. Nella classifica "da playoff" dei biancorossi c’è molto di questo estremo difensore, silenzioso ma efficace; ora gli tocca la partita con il Pescara dei mille attaccanti, non resta che augurargli un grande in bocca al lupo.

Carlo Parisi 8 – Lo sport è una cosa strana: per costruire una squadra vincente possono servire anni e anni di fatica, ed è molto raro che un allenatore resti al suo posto così a lungo da godere i frutti del suo lavoro. La luminosa eccezione è il novello dottor Frankenstein di Catanzaro, che in viale Gabardi ha visto sfilare campionesse, incompiute e carneadi, e con dedizione e pazienza infinite ha plasmato una “creatura” via via sempre meno mostruosa e sempre più bella. La Yamamay è diventata grande e Parisi, dall’alto del primo posto, sorride: ma non è finita qui!

Yakhouba Diawara 7,5 - I lampi della prima giornata che hanno illuminato il Forum (prima che Milano prendesse in mano la partita) sono stati spettacolo puro. Ma "Kuba" sta dimostrando di poter essere molto altro: a Roma l’ala francese ha sciorinato il manuale di quello che gli viene chiesto. Presenza attiva in attacco, difesa – con buone o cattive – su Datome e pure sacrificio per andare a giocare addirittura da pivot. Gambe di dinamite (riguardare certe schiacciate…), corpaccione da André the Giant se confrontato con i pari ruolo, talento che non fa difetto: se Recalcati gli cuce addosso la squadra, forse la Cimberio ha quel leader che sulla carta le manca.
 
Elena Perinelli 7 – Abbondanza, fin troppo galante, le abbassa l’età nelle interviste del dopogara, ma non si può proprio dire che Elena ne abbia bisogno: di anni ne ha soltanto 16 e da almeno 4 stagioni il suo nome è sulla bocca di tutti gli appassionati di volley. A livello giovanile ha vinto ogni possibile trofeo di squadra e individuale e ora sbarca in A1 da protagonista, entrando nel momento più difficile della partita tra Urbino e Villa Cortese e chiudendola con una magia delle sue. Poi, tanto per gradire, si sposta a Collecchio e mette giù altri 20 punti con la B1. La pallavolo a Varese non è solo Bosetti…

Alessandro Troiano 7 - Se la Gallaratese va a gonfie vele e sta risalendo la classifica il merito è anche del piccolo mastino nativo di Acerra. Anche contro la capolista Sterilgarda, battuta e sbattuta con un netto 3-0, l’ex giocatore Varese sembrava avesse la calamita nei piedi, agganciando e monopolizzando tutti i palloni passati dal centrocampo. Sua la palma del migliore in un match-impresa per i "galli".

Alessandro Cortesi 6,5 - Lo abbiamo punito a settembre un atteggiamento svogliato e un’espulsione tutt’altro che furba, ma in questo momento il centrocampista/fantasista della Pro Patria sembra passare un momento decisamente positivo con tre gol nelle ultime due uscite. Se anche nel rocambolesco pareggio contro l’Entella, è riuscito a trovare il punto del 2-2 dopo una prova al limite delle sufficienza, vuol dire che il momento è particolarmente positivo. E tutto questo va a favore della rimonta cui la Pro è obbligata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.