«Occupazione, un allarme che riguarda tutta la Valcuvia»

Non solo il “caso Inda” nelle parole del sindaco Ballardin, intervenuto nel corso dell’ultimo consiglio comunale aperto di Caravate

gianpietro balalrdinQuello che sta accadendo alla Inda di Caravate non è un problema solo della zona attorno allo storico stabilimento, e solo della Inda. È piuttosto un problema di tutti i residenti in Valcuvia, dove sono presenti anche altre criticità ed emergenze lavorative.
Questo, in sintesi, il pensiero del sindaco di Brenta Gienpietro Ballardin che a margine di una cerimonia pubblica intende ribadire la sua posizione già espressa qualche giorno fa.
«Il mio intervento nel corso del consiglio comunale aperto a Caravate, due sere fa, sul problema della Inda – spiega il primo cittadino – non vuole essere uno sfogo, ma una proposta con lo scopo di tenere alto il livello dell’attenzione per un problema, quello dell’occupazione, che oramai è diventato reale in tutta la zona della Valcuvia».
La proposta di Ballardin è quella di coinvolgere tutti i sindaci del Medio Verbano per approvare un ordine del giorno dove si chiede la discussione delle problematiche occupazionali delle imprese della Valcuvia in crisi nel corso di un consiglio provinciale aperto.
«Non possiamo, in un momento come questo – ha concluso Ballardin – non dare risposte alle preoccupazioni di tanti cittadini e lavoratori della zona, che ci chiedono conto di quanto sta accadendo nelle nostre imprese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.