Opere dei fratelli Boga selezionate da Sgarbi per la biennale

Tre opere sono state selezionate per la 54esima edizione della Biennale e invitati a partecipare alla mostra promossa dal Padiglione Italia “L’arte non è cosa nostra”

Tre opere dei fratelli tradatesi Cesare, Fausto e Felice Boga sono state selezionate per la 54esima edizione della Biennale di Venezia, e invitati a partecipare alla mostra promossa dal Padiglione Italia “L’arte non è cosa nostra” a cura di Vittorio Sgarbi. L’inaugurazione della mostra avrà luogo nelle Sale del Re in Galleria Vittorio Emanuele a Milano Giovedì 27 Ottobre alle ore 18 alla presenza di Vittorio Sgarbi. Le tre opere selezionate sono le sculture “La forza dell’Onnipotente” (1986), “Coniuctio est vis” (1985) e il quadro “Guarda la fortuna” (2005).
 
L’esposizione, la cui direzione artistica è affidata a Giorgia Cassini, sarà visitabile tutti i giorni dal 27 Ottobre all’1 Novembre, dalle 10.00 alle 18.00, e coinvolgerà istituzioni, personalità politiche, critici d’arte, esponenti del mondo culturale e dello spettacolo. L’evento sarà pubblicizzato attraverso tutti i canali di comunicazione più vicini al mondo dell’arte e della cultura, verrà creato un sito web dedicato e verrà pubblicato un catalogo contenente tutte le opere in mostra.
Milano aprirà così le porte alla Biennale presso la Galleria Vittorio Emanuele, uno dei luoghi più significativi per la storia di Milano, sito ricco di memorie storiche e pregi artistici.
 
È importante sottolineare come gli artisti e le opere che parteciperanno alla mostra sono state
selezionate da una commissione presieduta da Vittorio Sgarbi. La selezione degli artisti, oltre a
seguire le scelte dei critici e le tendenze delle gallerie, è stato il frutto del pensiero di tecnici di varia provenienza, al fine di individuare quelli più rappresentativi per ogni Regione. Il progetto è
finalizzato a tracciare una mappatura, mai realizzata prima, della storia dell’arte contemporanea in tutte le sue declinazioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.