OttobResistente dedicato a Peppino Impastato

L'iniziativa del Comitato Antifascista del 29 ottobre prossimo guarda al martire antimafia siciliano per tornare a parlare di resistenza sociale, culturale, politica, ma anche intima e familiare

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Comitato Antifascista di Busto Arsizio in merito all’iniziativa di abato 29 ottobre al Museo del Tessile denominata OttobResistente.

Il 9 maggio 1978 l ‘Italia si ritrovò col peso di due esecuzioni sulla propria coscienza: Aldo Moro e Peppino Impastato. Il primo evoca i deliri dell’idea praticata di colpire "il cuore dello Stato", entrambe, nelle loro diversità, testimoniano l’attacco alla democrazia.  La portata storica dell’omicidio di Moro avrebbe adombrato la portata sociale e culturale e anche storica dell’assassinio di Peppino Impastato. Due persone che da posizioni e ruoli diversi hanno subito la stessa sorte e patito verità "incomplete" su chi stabilì la loro fine.

OTTOBRESISTENTE alla sala Gemella Museo del Tessile di Busto A in Via Volta il 29 ottobre a partire dalle 17.00, nella sua quarta edizione, volge lo sguardo a Peppino Impastato attraverso una mostra che è il dipanarsi della sua vita fra parole ed immagini, che giunge a Busto dalla "Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato".  E’ a partire da quella storia tragica di una Resistenza così sociale, culturale, politica, ma anche intima e familiare che intendiamo onorare una memoria, ma al contempo renderla viva e presente.

Il Comitato Antifascista ha invitato così, proprio ispirato dalla biografia di lotta ed impegno contro la mafia e per la Giustizia del martire siciliano, diverse realtà a confrontarsi in "arcipelago resistenziale". Sarà luogo di incontro e conoscenza fra le varie realtà che occuperanno la Sala Gemella del Museo del Tessile costruendo "isole di narrazione" in cui chi vorrà potrà approdare e ascoltare il racconto di Resistenza quotidiana contemporanea che ogni realtà vorrà proporre. Non ci sarà "primato o giudizio", né discorsi frontali, ma saremo tutti "viaggiatori viaggianti", in movimento verso le altrui storie, e l’epilogo sarà, per chi lo vorrà, tradurre su un cartellone collettivo l’esperienza di incontro e ad ogni realtà sarà dato spazio per una breve conclusione.

Partire dalla mostra fatta di parole ed immagini che raccontano "quella" vita, dalla conoscenza, dall’incontrarsi e confrontarsi e collegarsi, dal Resitere dal basso, sembra a noi antifascisti del Comitato un modo degno di onorare un uomo e la sua memoria. L’anno scorso il Comune di Busto intitolò la sala lettura della Biblioteca Civica a Peppino Impastato. Un paio di settimane fa, una volta acquisita la mostra dedicata a Peppino Impastato, abbiamo chiesto per questa iniziativa il patrocinio del Comune e all’assessorato di competenza, forti di quell’impegno a ricordare, offrendo la mostra stessa alla visione libera e gratuita per il prossimo dicembre proprio nella sala intitolata ad Impastato nella Biblioteca Civica. Ci auguriamo di aver al più presto risposte da parte dell’Assessore alla Cultura in merito ai motivi che hanno determinato la mancata concessione del patrocinio all’iniziativa; già sabato sarà occasione per riflettere nell’isola del Comitato antifascista in "arcipelago resistenziale". Saremo comunque in uno spazio pubblico comunale, con il senso civico che da sempre ci muove all’impegno, per ricordare che la memoria è una luce che dal passato illumina percorsi di oggi e rende immaginabili quelli di domani.

Anche per questo, per contribuire a una Busto diversa e migliore, il 29 ottobre OTTOBRESISTENTE si concluderà con apericena, e poi musica e divertimento coi Deskarados…pensando ancora con Peppino che cultura e musica possano essere veicoli diffusi di "gioia e rivoluzione".
Cogliamo l’occasione per ringraziare quanti, privati cittadini e cittadine hanno sostenuto la realizzazione dell’iniziativa ed un grazie particolare ed affettuoso al Comitato Soci CoopLombardia di Busto, Cassano M. e Legnano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.