Per il padre-hooligan scatta la diffida

Identificato il genitore che ha scatenato una rissa durante un match di calcio juniores: per due anni dovrà stare lontano dalle partite di ogni livello

È stato identificato e colpito da Daspo – la diffida che vieta di assistere a manifestazioni sportive – l’uomo che ha dato vita a un violento parapiglia in occasione di una partita del campionato di calcio juniores provinciale disputata domenica scorsa a Sumirago.
Padre di un ragazzo della squadra ospite, la Vedanese, l’uomo ha aggredito prima verbalmente e poi fisicamente (a suon di ceffoni) chiunque provava ad avvicinarsi: nella confusione inoltre la madre di un altro calciatore è caduta riportando una frattura alla gamba e alcuni dei presenti sono rimasti contusi.
La presenza di numerosi testimoni ha permesso di identificare il tifoso facinoroso, un 39enne italiano con precedenti di polizia (il nome non è stato però reso noto) che è stato raggiunto da un provvedimento Daspo della durata di due anni. Questa misura è valida per tutte gli incontri di calcio – ufficiali o amichevoli – sia a livello professionistico sia dilettantistico, nazionali e internazionali. Il provvedimento, emesso dalla Questura di Varese, riguarda anche «i luoghi interessati alla sosta, al transito e al trasporto di coloro che partecipano o assistono alle partite». Come dire che il padre-hooligan lo stadio, per due anni, potrà vederlo solo in tv. Anche perché contravvenire al divieto potrebbe costargli la reclusione da uno a tre anni e una multa tra i 10mila e i 40mila euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.