Perchè prendersi cura dell’Uomo?

Il 5 novembre si svolgerà un convegno organizzato dall'associazione Scienze e vita. Persone e associazioni testimonieranno la loro missione

Liberi di prendersi cura” è il titolo del convegno che si svolgerà il prossimo 5 novembre nell’aula magna dell’Università dell’Insubria organizzato dall’associazione “Scienza e vita”, nata allo scopo di promuovere e difendere il diritto alla vita di ogni  essere umano dal concepimento alla morte naturale, come fondamento di tutti i diritti umani.
“Che cosa è l’uomo perché te ne curi, il figlio dell’uomo perché te ne dia pensiero?”
La domanda stupita che il salmista rivolge a Colui da cui ogni vita proviene è anche al centro dell’iniziativa: la domanda che si pone chi, per dovere professionale o per vincolo familiare e affettivo, debba prendersi cura di un altro uomo malato o invalido. 
Attraverso la testimonianza di persone e 

associazioni impegnate sul campo, il convegno vuole servire alla scoperta di tale esperienza. 
La risposta adeguata non può essere un principio astratto, perché si tratta di un’esperienza umana da scoprire,  un’esperienza che non ci risparmia fatiche e dolore, ma che si basa sulla certezza che ogni vita umana è in sé stessa un valore.

Programma del convegno
ore 16.30 Saluti e introduzione ai lavori
Antonio Ercoli e Guido Bonoldi  (Associazione “Scienza & Vita” – Varese)
ore 16.40 Scienza e cura della vita: educazione alla democrazia
Chiara Mantovani  (Associazione “Scienza & Vita” – Varese)
ore 17.00 La rete di assistenza nella ASL di Varese
Lucas Maria Gutierrez  (ASL Varese – Direzione sociale)
ore 17.20 Il linguaggio della cura: diario di un neurochirurgo
Sergio Balbi  (Università dell’Insubria – Ospedale di Circolo Fondazione Macchi –  U.O. di Neurochirurgia)
ore 17.40 La vita silenziosa con te
Paola Barigazzi  (Nucleo Stato Vegetativo – Fondazione Molina onlus di Varese)
ore 18.00 Compagni di un viaggio senza ritorno
Maria Rosaria Zambrano  (Associazione “Varese con Te”)
ore 18.20 Il genio della demenza
Roberto Benotti  (Centro Diurno Integrato –  Fondazione Molina onlus di Varese)
ore 18.40 Dibattito e saluti

Il convegno presenterà anche la mostra di dipinti eseguiti da persone affette  da malattia di Alzheimer del Centro Diurno Integrato e del Nucleo Alzheimer della Fondazione Molina onlus di Varese dal titolo: “Cercami… ci sono”.

La mostra sarà visitabile dal 5 al 12 novembre in via Marzorati, 5 alla Sant’Antonio di Padova alla Brunella Varese.
Inaugurazione: 5 novembre 2011 – ore 15.30
Orari di apertura
da lunedì 7 a venerdì 11 novembre
al mattino: visite guidate
al pomeriggio: 15.30 – 18.30
domenica 6 e sabato 11 novembre
10.00 – 12.00 e 15.30 – 18.30

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.