Perseguita la ex e la prende a schiaffoni

Una classica vicenda di amore deluso, stalking e vioenza scoperta e bloccata dalla squadra mobile

Ieri mattina gli investigatori hanno arrestato per il reato di “atti persecutori” un cittadino italiano di 53 anni, residente a Varese, con precedenti per reati in materia di stupefacenti, falso, ricettazione, rapina, lesioni e tentato omicidio.

L’uomo, separato legalmente dalla moglie da pochi mesi, non aveva mai accettato la fine del rapporto e, soprattutto, che la ex compagna, anche lei cittadina italiana, avesse intrapreso una nuova relazione sentimentale.

A complicare ed aggravare ulteriormente la situazione, la presenza di una figlia minorenne.

La persecuzione nei confronti della donna aveva avuto una escalation nelle ultime settimane: decine di telefonate ed sms con minacce e insulti; appostamenti presso l’abitazione e il luogo di lavoro e, infine, anche percosse e lesioni.

In merito a tali episodi la donna aveva presentato già quattro denunce nei confronti dell’ex marito.

La sua vita e le sue abitudini erano ormai stravolte dall’ansia e dalla paura di poter essere vittima di aggressioni sempre più violente e pericolose.

L’ultimo episodio si è verificato appunto nella mattinata di ieri quando l’ex marito, ormai fuori controllo, si è parato davanti all’autovettura della donna, su cui viaggiava anche il nuovo compagno.

Proprio nei confronti di quest’ultimo si è concentrata l’ira dell’uomo che, spalancata la portiera lato passeggero, l’ha invitato a scendere dall’auto per risolvere la questione.

La donna si è posta tra i due contendenti e a quel punto l’ex marito l’ha colpita con una serie di schiaffi, cagionandole lesioni giudicate guaribili in sei giorni.

L’immediata denuncia del fatto ha permesso agli Agenti della Mobile di intervenire con la massima rapidità e di individuare e arrestare l’aggressore all’interno di un bar di viale Borri.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.