“Questa scuola è piena di difetti”

Uno studente spiega limiti e problemi irrisolti della struttura che ospita l'IPC Falcone, in via Matteotti. Una scuola costata milioni di euro ma che continua a mostrare limiti

Pubblichiamo la lettera di uno studente dell’IPC Falcone che ripropone alcuni problemi di gestione della struttura scolastica, al centro anche di un dibattito sui costi sostenuti. Rispetto agli episodi segnalati, abbiamo verificato in particolare quello relativo agli ascensori e alle barelle, che ci è stato confermato da personale sanitario intervenuto.

 Egregio Direttore,
sono uno studente dell’Istituto “I.S. G. Falcone” di Gallarate. Colgo l’occasione di scriverle questa lettera al fine d’informare Lei e chi leggerà questo articolo delle vergognose condizioni strutturali e organizzative del nuovo Istituto innaugurato l’anno scorso. Tali condizioni non possono essere imputabili solo alla dirigenza scolastica, ma anche a coloro che hanno progettato la scuola, e non una scuola qualunque, ma come disse il Ministro Gelmini: “Scuola all’avanguardia e del futuro”. A distanza da più di un anno dall’ingresso del personale scolastico, docenti e alunni, non si capisce bene se la scuola tutt’ora è collaudata o meno e il comune di Gallarate, come la Dirigenza, si rifiutano di dare spiegazioni a riguardo. Quest’oggi è avvenuto un fatto grave, dove è stato necessario l’intervento della Croce Rossa Italiana per una persona con la vita appensa a un filo, e i medici si sono trovati in difficoltà, perché negli ascensori non entrava la barella. Le vergognose condizioni strutturali non riguardano solo questo, ma anche i sistemi di condizionamento/riscaldamento che funzionano si e no, provocando nell’istituto e nelle aule zone in cui o fa un caldo soffocante, o d’inverno un freddo tremendo. Un altro problema è il fatto dei posteggi lungo via Matteotti, via d’ingresso della scuola. Essi sono stati disposti in maniera irragionevole, che per poco oggi l’ambulanza non riusciva a trovare posto per fermarsi. Questi non dovrebbero essere problemi che si dovrebbe riscontrare in una scuola nuovissima con neanche due anni di vita, poi è inutile mettere l’obbligo di divisa con sospensione immediata per i trasgressori di tale obbligo, quando poi non si rendono conto che ci sono mille e mille problemi da sistemare, prima di pensare ai problemi di estetica. Gli alunni ormai sono stanchi di vivere in un clima scolastico del genere e si continuano a lamentare. Chiedere spiegazioni e possibilità di miglioramenti alla presidenza, porta ad un nulla di fatto. Si richiede a Voi di Aiutartci.
Cordiali Saluti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.