Record di trafficanti di droga su un solo aereo

Su un volo proveniente da Santo Domingo le Fiamme Gialle hanno arrestato persone con 24 kg di droga nei bagagli e anche nei pantaloni. Un ovulatore italiano aveva pensato di portarsi anche un panino alla maria. Al collasso il ricovero per gli ovulatori

Un week-end movimentato quello vissuto a Malpensa dalla Guardia di Finanza e dal sostituto procuratore della Repubblica di Busto Arsizio Francesca Parola che hanno sequestrato complessivamente oltre 25 kg di sostanze stupefacenti, quasi tutta cocaina, oltre a 500 mila euro in contanti. In tutto sono state arrestate 10 persone. 

Particolare scalpore ha suscitato l’arresto di 4 trafficanti di droga su uno stesso volo proveniente da una delle partenze più gettonate dai corrieri e dagli ovulatori, l’aeroporto La Romana di Santo Domingo. Su un volo atterrato domenica a Malpensa in 4 avevano cercato di introdurre sul territorio italiano in tutto 24 kg di coca. In particolare gli uomini della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Dogane hanno sequestrato due valigie del peso complessivo di 10 kg, piene di cocaina, un trolley le cui stecche erano state imbottite di sostanza e un paio di pantaloncini aderenti indossati da uno dei 4 trafficanti imbottito con panetti di cocaina per un totale, anche qui, di 7 kg. 

Sempre domenica, su un volo proveniente da Madrid, sono stati arrestati tre cittadini del Marocco che dicevano di non conoscersi. Sono bastati semplici e rapidi controlli per scoprire che avevano tutti la stessa prenotazione e ognuno di loro aveva i numeri di telefono degli altri. I tre ovulatori sono ora nei locali appositamente creati all’interno dell’aeroporto per l’espulsione degli ovuli. A riempire del tutto le stanze a disposizione ci ha pensato, infine, un italiano della provincia di Como proveniente da Casablanca: mentre in pancia aveva ovuli contenenti hashish, addosso aveva un ulteriore pezzo di hashish e un panino imbottito con foglie di marijuana. Sempre domenica, infine, sono stati fermati due ragazzi brasiliani diciottenni che stavano per imbarcarsi su un volo per il Paese sudamericano con un computer imbottito con 500 mila euro in contanti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.