Rifondazione Comunista, confermata Ada Salerno

Il congresso cittadino ha visto conferire un nuovo mandato al segretario cittadino uscente e ha programmato l'attività per il prossimo anno

Ada Salerno, a capo del circolo cittadino di Rifondazione Comunista è stata rieletta all’unanimità dagli iscritti bustocchi a capo del circolo Peppino Impastato. Nel corso del congresso che si è tenuto sabato 29 ottobre a Villa tovaglieri il segretario cittadino, nella sua relazione, aveva descritto gli importanti risultati ottenuti nell’ultimo anno e mezzo a partire dalla riapertura del dialogo con il Partito dei comunisti italiani con il quale si stava creando la Federazione della Sinistra: «Sono arrivata in una fase in cui il partito vivieva uno stato di empasse non indifferente e per vari motivi.  Ho trovato il completo isolamento rispetto a tutti i soggetti politici di centrosinistra e soprattutto, cosa che mi stupì non poco, la mancanza totale di relazioni con i compagni del PDCI, con i quali già da circa un anno e mezzo era in atto il progetto di federazione. Non è stato facile ricomporre le fila di questo circolo che, in una città difficile come Busto Arsizio, doveva a tutti i costi tornare ad essere costantemente presente sul territorio».

Partendo da questo punto il discorso di Ada Salerno ha toccato, poi, i temi più cari a Rifondazione Comunista a partire dai giovani, in particolar modo, che hanno subito in drastiche dimensioni il fenomeno della precarietà: «Precarietà, spesso tradotta in ricatto sui luoghi di lavoro ed insicurezza sociale – ha detto Ada Salerno – Sono aumentati i disoccupati e di conseguenza i poveri. Famiglie, madri sole con a carico figli, padri separati, anziani con pensioni da fame, non riescono più a pagare le bollette e le utenze vengono interrotte».  Dal congresso del circolo, è emersa all’unanimità la volontà di proseguire nell’esperienza di militanza attiva e continua portata avanti nell’ultimo anno e di potenziare l’organizzazione anche in considerazione dell’aumento degli iscritti e dei militanti.

In dettaglio il Congresso da mandato al nuovo Comitato Direttivo di investire tutta la propria capacità di elaborazione e operativa per creare un gruppo di Stampa e Propaganda per potenziare e diffondere il lavoro sui temi della crisi, dell’antifascismo, dell’ambiente, dei beni comuni e di tutti quegli argomenti che riguardano la democrazia del nostro paese, continuare a ricercare contatti atti a ricostruire una più solida realtà territorialeaumentando gli iscritti e i militanti, aumentare la coesione, l’unità e la solidarietà del gruppo dirigente, ifendere in ogni luogo ed occasione la nostra Costituzione, valorizzare il lavoro intrapreso insieme ai Compagni del PDCI come Federazione della Sinistra, continuare il dialogo con le forze politiche e sociali del centrosinistra e organizzare iniziative già a partire dall’inizio del 2012.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.