Riscatto Varese, Cittadella al tappeto

I biancorossi si impongono in trasferta (0-1) grazie alla rete su rigore di Furlan. Per Tomasoni è una «Vittoria sofferta ma meritata»

Torna a vincere la Primavera del Varese che a Loreggia, sul campo del Cittadella, passa di misura (0-1) grazie al rigore allo scadere realizzato da Furlan, in prestito dalla Prima squadra. Il successo permette ai biancorossi di salire a quota 11 scavalcando i veneti, fermi a 10.

La gara si apre con un primo tempo tutto del Varese: gli uomini di Tomasoni mantengono il pallino e comandano le operazioni, anche senza esprimere un gioco particolarmente brillante. Tante le occasioni da rete per i biancorossi, a partire dalle due consecutive confezionate dalla coppia Furlan-Greco al 3′ e al 4′: nel primo caso il colpo di testa di Greco è out, nel secondo invece il numero 10 non arriva di un soffio sul servizio in fotocopia dell’ala classe ’90 (che torna a vestire la casacca della Primavera, indossata nel girone d’andata dell’anno scorso prima del trasferimento in prestito a Monza). L’unico brivido per la retroguardia di mister Tomasoni, oggi perfetta, arriva all’11’ con Baggio che trova spazio a destra e lascia partire un rasoterra controllato dall’attento Di Graci. Al 16′ ancora Varese: Serrano scende a sinistra, converge e spara verso Berti, che si rifugia in angolo. L’estremo difensore del Cittadella è superlativo anche al 23′ sulla punizione di Furlan diretta verso l’incrocio dei pali: Berti vola e toglie la palla dal “7”. Nel finale doppia occasione per Maio: al 37′ il centravanti si libera di un difensore e spara di potenza col destro, trovando la respinta di Berti; al 43′ colpisce invece rasoterra e sulla traiettoria c’è ancora il portiere di casa.

Nella ripresa il Varese gioca meglio ma non riesce a costruire tante azioni pericolose quante nel primo. Da raccontare, oltre alla punizione di Furlan controllata da Berti (5′), c’è solo il gol partita. Tiboni, a sinistra, vola e sfonda in area in diagonale; dribbling secco sul primo avversario, il secondo lo aggancia e lo mette a terra: per Romani di Modena è calcio di rigore e Furlan, dal dischetto, fulmina Berti con un destro potente e preciso, assolutamente imparabile (45′). L’ultimo cenno di cronaca della gara è il giallo ai danni di capitan Samba che raggiunge quota 4 alla casella ammonizioni e dovrà quindi saltare la sfida di sabato prossimo contro l’Hellas Verona.

La vittoria fa felice mister Paolo Tomasoni: «Abbiamo giocato una buona partita, è una vittoria sofferta ma sicuramente meritata. Ho visto la giusta reazione e, a differenza della gara contro il Bologna, abbiamo concluso la gara in crescendo. Molto positiva la prestazione della difesa che non ha mai permesso al Cittadella di rendersi pericoloso».

Cittadella-Varese 0-1 (0-0)
Marcatori: Furlan al 45′ st su rigore.
Cittadella (4-4-2): Berti; Fabris, Borsato, Bincoletto, Bizzotto; Mezzato, Scalco, Piaggio (Marzari dal 42′ st), Fella; Dallavalle (Pascia dal 21′ st), Baggio. A disposizione: Cabrelle, Rizzon, Giubilato, Schievene, Ruffato. All. Romanin.
Varese (4-2-3-1): Di Graci; Fiamozzi, Samba, Parini, Serrano; Bassi Borzani, Truzzi; Furlan, Greco (Jadilson dal 21′ st), Hoxha (Tiboni dal 28′ st); Maio (Zamble dal 37′ st). A disposizione: La Gorga, Bolletta, Bastone, De Feo. All. Tomasoni.
Arbitro: Romani di Modena (Della Bora di Pesaro e Raimondi di Fermo).
Ammoniti: Samba (V).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.