Scuola per mediatori civili, aperte le iscrizioni

Fino al 12 ottobre è possibile iscriversi al corso di formazione per la Mediazione Civile che il professor Alberto Malatesta terrà presso l'università castellanzese

In partenza alla LIUC di Castellanza, lunedì 17 ottobre, la terza edizione della Scuola di formazione per la Mediazione Civile sotto la direzione del professor Alberto Malatesta, ordinario di Diritto Internazionale della facoltà di Giurisprudenza e direttore dell’istituto di Diritto.
Il corso, che prevede 50 ore di didattica più 4 ore di valutazione finale e che annovera tra i suoi
docenti, oltre a professori della facoltà, professionisti esperti della materia, si propone di formare
conciliatori professionisti secondo quanto stabilito dal Dlgs. n. 28 del 2010. La metodologia didattica
utilizzata ha come scopo la formazione e la conoscenza della mediazione sia sotto il profilo giuridico, sia sotto il profilo della gestione del conflitto tra le parti, anche di carattere psicologico, e delle tecniche di comunicazione del mediatore. Saranno utilizzate anche innovative metodologie audiovisive con speciale attenzione agli specifici settori in cui la mediazione sarà obbligatoria e al contesto internazionale ed europeo.

Entrambe le precedenti edizioni hanno visto la massima adesione prevista e hanno goduto
dell’accreditamento dell’Ordine degli Avvocati di Busto Arsizio e dell’Ordine dei Commercialisti
e degli Esperti contabili di Busto Arsizio, che hanno deliberato di conferire crediti formativi ai
partecipanti
, previo superamento dell’esame di valutazione finale.
Le iscrizioni chiuderanno mercoledi 12 ottobre e comunque al raggiungimento del numero massimo di 30 partecipanti previsti dal regolamento del Ministero della Giustizia, che ha accreditato l’Università Cattaneo tra gli Enti formatori autorizzati ad erogare il corso. Per maggiori informazioni contattare l’indirizzo scuolaforense@liuc.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.