Serie A al via: solo Milano può sfidare Siena

Panoramica sul campionato numero 90: due le favorite, poi c'è l'abisso. Varese aspira alla zona tra playoff e salvezza tranquilla, diverse squadre piacciono ma con riserva

Il dominio di Siena potrebbe anche continuare ma non dovrebbe più essere incontrastato come avvenuto nelle ultime stagioni. Questo è quanto prevedono e sperano gli esperti e gli appassionati di basket italiano (al di fuori di Piazza del Campo….) visto che all’orizzonte del campionato numero 90 (qui l’albo d’oro) appare almeno un’alternativa allo strapotere della Montepaschi.
Se i toscani hanno aggiunto David Andersen e DaJuan Summers, c’è infatti una EA7 Milano che ha rifondato la squadra affidandola anzitutto a quel vincente nato che è Sergio Scariolo (foto dal sito dell’Olimpia). Al netto del ritorno dall’America di Gallinari (finché la NBA è ferma) ci sono anche giocatori di primissimo piano come Borousis, Fotsis, Omar Cook, Hairston, Nicholas oltre a Giachetti e ai confermati Mancinelli e Rocca: materiale preziosissimo.
Alle spalle delle due favorite dovrebbe restare la Cantù di Trincheri che ha allungato la squadra in vista dell’Eurolega (c’è anche il veterano Basile) e che è pronta a giocare brutti scherzi. Dopo di che avanza il gruppone delle tante squadre sospese tra la gloria e il punto di domanda: piace la Sassari dei cugini Diener e di Meo Sacchetti (con riserve non eccitanti), incuirosice l’ultima Treviso dell’era Benetton che ha perso Motiejunas ma ha aggiunto uomini come Adrien, Moore e Scalabrine. Pesaro ha potenziale devastante ma non è detto che le tante primedonne (White, Hickman, Jones, Hackett) sapranno suddividersi palloni, difesa e responsabilità. Più quadrata e solida pare l’altra marchigiana, Montegranaro, affidata a un coach tosto come Drucker, mentre la Virtus Bologna - al di là delle chiacchierate sull’ingaggio di Kobe Bryant – ha diversi uomini interessanti (il ritorno di McIntyre!) ma deve ancora trovare la giusta condizione. Roma scende nel ranking pur mantenendo alcuni giocatori interessanti e mettendo in panchina il quotato Lino Lardo: dovrà lottare per sperare nei playoff, almeno sulla carta.
La Cimberio, insieme ad altre, ha lo stesso obiettivo: salvarsi in anticipo e poi pancia a terra per arrivare alla griglia scudetto dove è approdata la scorsa stagione. L’emergente Venezia, ripescata di successo si sta ben attrezzando con il colpo di Szewczyc prelevato da Avellino, Cremona ha affrontato con intelligenza un dimagrimento societario, proseguendo il rapporto con il bravo allenatore Mahoric e chiamando dall’NBA un potenziale fenomeno come Von Wafer (se resterà a lungo). Male le campane: Avellino è in perenne crisi monetaria, ha perso il pezzo più pregiato e si deve affidare al solito quintetto straniero per portare a casa punti, Caserta è molto meno quotata del recente passato. La bella novità è Casale Monferrato: squadra neopromossa e molto giovane, sulla carta dovrà sudarsi la salvezza ma ha il coraggio di lanciare nomi nuovi sperando che non ci mettano molto a crescere. Per restare in Piemonte prosegue la bella storia di Biella dove si vorrebbe evitare la salvezza all’ultimo giro di lancette grazie a giocatori come Dragicevic. Chiudiamo con Teramo, retrocessa e ripescata a pagamento: sarà ancora in Serie A con un drappello italiano discreto e qualche Usa su cui fare leva per evitare guai. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.