“Sicurezza, basta tavoli e basta parole”

L’affondo del consigliere comunale Claudio Sala in merito alla situazione della zona Molino Canti, vicino alla stazione

«La Lega Nord saronnese denuncia da oltre un anno la situazione di insicurezza attorno all’area dell’Ex Molino Canti, ma come al solito l’amministrazione Porro che aveva già minimizzato la denuncia del carroccio a giugno 2010, ribadisce oggi il concetto che la Lega Nord genera inutili allarmismi». Il consigliere comunale Claudio Sala risponde al sindaco Porro in merito ai problemi di sicurezza alla zona del Molino Canti, vicino alla stazione Cadorna, poco distante dal centro città.
«Questa volta però non ci stiamo – prosegue Sala -, la denuncia è arrivata alla stampa direttamente dai cittadini, che sono stufi e stanchi di vedere sotto le proprie abitazioni, bande di disperati, spacciatori e delinquenti che popolano questa zona della città. L’amministrazione dovrebbe prendersi le proprie responsabilità, ed anziché scagliarsi contro la Lega Nord, dovrebbe iniziare ad accettare il fatto che Saronno dopo una certa ora, è una città che non incute fiducia al cittadino. Gli abitanti della zona in questione sono esasperati, quindi caro Sindaco e d Assessore alla prevenzione, la battaglia non dovete farla contro noi della Lega Nord, dovreste farla contro chi delinque e genera illegalità sul nostro territorio».
«L’assessore alla sicurezza a giugno 2010 ci aveva raccontato in Consiglio Comunale di lavorare ad un tavolo con le forze dell’ordine per arginare il problema, e oggi dopo più di un anno le parole dell’amministrazione sono ancora le stesse – conclude Sala -. Basta ai tavoli ed alle parole vogliamo i fatti, diamo la possibilità agli abitanti della zona dell’Ex Molino di tornare ad una situazione di normalità sotto le loro abitazioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.