Sinistra Ecologia Libertà: “Le pensioni non si toccano”

Nota di Sel a firma di Francesco Liparoti: netta la contrarietà al progetto di aumentare l'età pensionabile in discussione in queste ore

Nota di Sel a firma di Francesco Liparoti: netta la contrarietà al progetto di aumentare l’età pensionabile in discussione in queste ore
Il sarcasmo del presidente francese Sarkozy e della cancelliera tedesca Angela Merkel, durante la conferenza stampa di Bruxelles, la dice lunga sulla credibilità internazionale del nostro improbabile presidente del consiglio Berlusconi. Ancora una volta ci ha fatto fare una figuraccia. La credibilità dell’Italia è scesa a livelli bassissimi e grazie al governo Berlusconi-Bossi il nostro Paese è diventata una barzelletta internazionale.
 Dopo avere negato per tre anni che la crisi non c’era, che l’Italia stava meglio degli altri paesi europei , che i nostri conti erano in ordine, dopo avere tentato di scaricare sui futuri governi la responsabilità di mettere a posto i conti, dallo scorso mese di luglio sotto l’incalzare dell’Europa della moneta unica il governo italiano ha dichiarato che la situazione italiana è molto grave e che sono necessari sacrifici e che però non avrebbe messo le mani nelle tasche degli italiani ,e che oltre ai sacrifici, ai tagli che sono sotto gli occhi di tutti che ricadono esclusivamente sui lavoratori dipendenti e pensionati oltre che sui giovani: le grandi “manovre” sono cominciate e nonsono terminate . Non contento della figuraccia che Bossi e Berlusconi hanno fare a tutti gli italiani circa la manovra di agosto ora ce ne stanno facendo fare un’altra in merito al famoso o famigerato decreto legge sulla “crescita”. Dopo avere promesso che le entrate sarebbero sate coperte grazie alla lotta all’evasione fiscale, i due , stanno pensando al condono fiscale!!! Oltre al danno anche la beffa…ma per questo bisogna dire che ormai ci siamo abituati…la Lega Nord e Berlusconi è da 20 anni che stanno prendendo in giro gli italiani!
Dopo aver dichiarato che non ha fretta, dopo che l’Europa ha detto che entro mercoledi vuole il decreto sullo sviluppo e sulla crescita ( come si fa a decretare lo sviluppo e la crescita se vengono praticati tagli proprio la dove bisognerebbe investire?)   Berlusconi ha dichiarato che vuole alzare l’età pensionabile portandola a 67 anni…! La LegaNord ha fatto sapere che è contraria…ma sappiamo quanto “conta” la Lega in questo governo…La Lega ”Conta” solo le poltrone a cui è legata! Berlusconi, infatti, si è affrettato a replicare che convincerà Bossi…. Altro che Roma Ladrona…
Ora bisognerebbe dire Lega Poltrona o Cadregona….! Non si è mai visto un partito attaccato alle poltrone come la LegaNord..in vent’anni sono riusciti a partorire il famoso federalismo fiscale che come si sa sta portando meno soldi nelle casse dei comuni e più tasse..ma di poltrone ne hanno prese tante e guai a chi le tocca!!
La più grande bufala politica degli ultimi 20 anni si chiama LegaNord.
 Chiediamo ai questi improbabili governanti di lasciare le poltrone visto che hanno dimostrato di non essere né capaci e e tantomeno competenti e che si vada subito alle elezioni anticipate per cercare di evitare che l’Italia finisca nel baratro dove la stanno conducendo Bossi e Berlusconi….!!
I lavoratori,i pensionati, i disoccupati, i precari, i giovani , i cassaintegrati, gli artigiani ed ora anche gli industriali chiedono con forza le dimissioni del governo Bossi-Berlusconi!
                      
Francesco Liparoti (coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia Libertà) “Walter Marcobi”                              

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.