Sommerso dallo scavo, lo salvano i colleghi

E' franata la terra, mentre un operaio di 34 anni era in un cunicolo per la posa di un tubo. Indagano Asl, Polizia locale e Carabinieri. La Cgil critica il cantiere

Incidente sul lavoro, operaio ferito. E’ un uomo di 34 anni di Varese, G.I. un lavoratore albanese della ditta Michele Drammis e figli di Induno Olona. L’azienda, per conto della Aspem, stava lavorando ad Arcisate, alle ore 15, in località via Bressanella, all’abbassamento dei tubi dell’acqua, un’opera preliminare per consentire il passaggio della nuova tangenziale che collegherà Arcisate a Bisuschio.

Galleria fotografica

Incidente sul lavoro ad Arcisate 4 di 9

Gli operai dovevano sistemare un tubo nero nel cunicolo, ma il 34enne ha visto sul fondo dei sassolini ed è sceso all’interno per toglierli. Mentre stava armeggiando con gli attrezzi gli è franata addosso la riva dello scavo sommergendolo fino alla testa. Ha rischiato il soffocamento, ma è stato liberato, all’inizio, dai colleghi di lavoro che con una prima manovra di rimozione della terra gli hanno consentito di respirare fino all’arrivo dei soccorsi. E’ stato caricato sull’ambulanza e portato all’ospedale di Varese. Ha subito alcuni traumi, ma non è grave. Intanto sul posto sono giunti i vigili del fuoco e i soccorritori del 118 e del Saf, la polizia locale di Arcisate, che ha guidato le indagini, i carabinieri, i tecnici della Asl e anche la Cgil.

«Non doveva scendere nello scavo, non era previsto» osserva Michele Drammis. Il cantiere in quel momento aveva due ponteggi di legno per contendere le rive, mentre nel punto dove è avvenuto l’incidente c’è solo terra smossa. Secondo il sindacalista Flavio Nossa della Cgil di Varese, giunto sul posto per controllare l’accaduto, c’è stata una sottovalutazione: «Aspem dovrebbe controllare meglio i suoi cantieri perché qui c’è stato un errore evidente, mancano il cartello della committenza e a una prima analisi mi sembra che le protezioni non fossero sufficienti». I titolari dell’azienda hanno riferito le loro ragioni a carabinieri, polizia locale e Asl. Lo scavo sembra dovesse essere coperto in giornata, ma per adesso starà fermo, la relazione degli inquirenti sarà importante anche per capire si ci sarà una denuncia penale. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Incidente sul lavoro ad Arcisate 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.