“Sulla rotonda dell’A26 volevamo fare gioco di squadra”

Il Pd besnatese risponde alle critiche dell'assessore provinciale Simeoni: "Non volevamo fare nessuna polemica, lo dimostra il fatto che riconosceva il lavoro della Provincia"

«Nessuna polemica con la provincia, siamo intervenuti per velocizzare le realizzazione della rotonda». Il Pd di Besnate risponde così all’assessore provinciale alla viabilità Aldo Simeoni, che aveva criticato le iniziative di chi «cerca visibilità» sulla questione della rotatoria all’uscita autostradale dell’A26, tra Arsago Seprio e Besnate. Il riferimento al Pd sembrava esplicito, anche se è da ricordare che anche la sezione locale della Lega Nord aveva fatto un presidio per chiedere più attenzione alla vicenda della rotonda. «Il 13 settembre scorso il PD di Besnate recandosi alla Camera dei Deputati per presentare l’interpellanza inerente la Rotatoria Autostradale – A 26 (uscita casello di Besnate), non ha voluto mettere nessuna bandiera, né tanto meno creare alcuna polemica su una problematica che necessita da ormai troppo tempo una soluzione. Lo dimostra il testo dell’interpellanza consegnata a Montecitorio da sottoporre al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Matteoli nel quale viene piuttosto riconosciuto l’operato della Provincia e di chi si è operato in questi anni per sbloccare la situazione nell’interesse della collettività e per il bene di tutti i cittadini. Il PD di Besnate ritiene che, per qualsiasi intervento di interesse comune che stia a cuore a tutta la collettività, sia fondamentale mettere in rete le diverse forze politiche, anche se di colore diverso. […] Se poi, in questi giorni, le cose si sono velocizzate, tanto meglio, siamo tutti contenti! E’ un bel segnale di lavoro di squadra e credo sia importante lavorare sempre di più con queste modalità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.