Tangenziale Ovest della città, riparte il progetto

È il collegamento tra l'uscita di Besnate sull'A26 e Malpensa, passando per Crenna, Ronchi e Cardano al Campo. Mercoledì primo incontro tra gli assessori provinciale Aldo Simeoni e regionale Raffaele Cattaneo

Il progetto della Tangenziale Ovest di Gallarate (Crenna-Ronchi-Cardano al Campo-336) va avanti. La conferma viene dall’assessore alla viabilità della Provincia Aldo Simeoni: «Mercoledì presenteremo lo studio di massima all’assessore regionale alla mobilità Raffaele Cattaneo e inizieremo a discutere di fondi per l’opera». La nuova opera consentirebbe un collegamento dalla zona collinare a Nord di Gallarate a Malpensa, confluendo nella superstrada 336 a Cardano al Campo passando per Crenna (nella foto, Largo Mozart).

Galleria fotografica

Tangenziale Ovest Gallarate 4 di 14

Uno degli obiettivi è intercettare il traffico dei veicoli che vengono da Genova-Gravellona Toce ed escono all’uscita autostradale di Besnate: la Provincia sta già intervenendo in vari punti della SP26 Albizzate-Crenna, che comprende anche appunto il passaggio dal casello della A26. Altri interventi sono in corso a Besnate paese (nuova rotonda "alla Maggiolina" e rotonda verso Jerago già completata) e ad Albizzate, all’intersezione con la SP341. «Abbiamo poi già protocolli d’intesa con i Comuni di Gallarate e Cardano al Campo per il tratto nuovo» dice ancora Simeoni. I lotti previsti sono due e la spesa complessiva si aggirerebbe intorno ai 15 milioni di euro. Per ora si è allo studio di fattibilità, con un tracciato di massima già individuato dai Comuni interessati: per partire serve un accordo tra Provincia e Comuni. Certo, qui tracciato e intersezioni sono già previste, non si parla di una generica previsione come nel caso della ferrovia Varese-Malpensa che ha messo in agitazione i residenti di Moriggia: si parla di una strada di scorrimento a carreggiata unica, con la previsione anche di alcune rotonde.

Il nuovo collegamento, in territorio gallaratese e cardanese, partirà dal ponte sulla ferrovia, tra Crenna e Ronchi, venendo da via Monte San Martino: secondo le indicazioni di massima giàpresenti nella cartografia del PGT di Gallarate ci sarà una rotonda appena oltre il ponte (prima di Largo Beethoven), la strada attraverserà una stretta area verde residua tra le case e si connetterà poi la viabilità locale della zona residenziale di Ronchi (incrocio da via Aosta), proseguendo poi attraverso i terreni agricoli della cascina Madonna dei Ronchi (via Montello, nella foto a sinistra), fino al bosco del Monterosso.

Da qui in avanti si andrà avanti nel bosco in territorio di Cardano al Campo, in direzione della 336, con rotonda all’incrocio con via Giovanni XXIII.  La connessione con la superstrada sarà completata allo svincolo Cardano al Campo-Ferno. «A Cardano è un’opera attesa – dice l’assessore ai lavori pubblici cardanese Vincenzo Proto – perché consentirebbe di sgravare dal traffico la zona più abitata e darebbe anche un senso al tratto già realizzato». All’altezza della SS336 la nuova viabilità si connetterà infatti al segmento già esistente della SP28 per Ferno e Cascina Costa, tratto di 1,3km aperto nell’ottobre 2009 e finanziato dalla Regione. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Tangenziale Ovest Gallarate 4 di 14

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.