Turismo in crisi: gli albergatori chiedono di sospendere l’Iva

Il cambio sfavorevole ha messo in difficoltà molte strutture elvetiche. L'associazione Hotelleriesuisse chiede a Berna di prendere provvedimenti concreti

franco forte sospendere iva svizzeraSospendere temporaneamente l’Iva per far fronte al valore del franco troppo alto sulla moneta europea. È questa la proposta, relativa al settore alberghiero, formulata dall’organizzazione Hotelleriesuisse (l’associazione di categoria che rappresenta gli albergatori svizzeri). L’ente ha presentato oggi l’ipotesi di sospendere per un anno l’imposta sul valore aggiunto per far fronte al calo della domanda che ha colpito il turismo elvetico a causa del cambio sconveniente. Questa misura permetterebbe secondo l’associazione di far tornare le strutture alberghiere convenienti sul mercato: i cittadini svizeri sarebbero dunque meno invogliati a scegliere l’estero e viceversa i turisti stranieri potrebbero ricominciare a considerare i Cantoni come meta delle proprie vacanze. Le principali organizzazioni del turismo avevano già chiesto una riduzione dell’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) dall’8 al 2,5% per il 2012. La proposta era stata bocciata sia dal consiglio degli Stati che dal Nazionale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.