Un anno di cinema, musica e teatro con Filmstudio’90

Prende il via giovedì 13 ottobre la rassegna "Note di scena" con appuntamenti per tutti. Presto al via anche "Un posto nel mondo", dedicata ai temi d'attualità oltre a due cineforum

Giulio RossiniUn anno di attività con Filmstudio’90. Anche quest’anno l’associazione varesina propone due cartelloni divisi tra musica, cinema e teatro. Il primo è "Un posto nel mondo" che, arrivato al suo decennale, si svolgerà dal 25 ottobre al 6 dicembre, in 45 appuntamenti con un programma che verrà presentato per intero nei prossimi giorni. Il secondo è "Note di Scena" la rassegna che partirà il 13 ottobre e che fino al 4 dicembre presenta i suoi spettacoli al Cinema Nuovo di Viale dei Mille.

«Diamo fiducia al nostro pubblico – spiega Giulio Rossini, presidente di Filmstudio’90 e Arci Varese -. Ci sono tante difficoltà economiche nel mettere insieme programmi come questi senza l’aiuto delle istituzioni ma abbiamo voluto continuare e mantenendo dei prezzi bassi». Sette appuntamenti, quelli di "Note di Scena" che raccontano la musica in diversi modi e adatti ad un pubblico di tutte le età: si inizia con la proiezione del film "Michel Petrucciani – Body & Soul", per continuare il 21 ottobre con il concerto di John Renbourn, il leggendario chitarrista acustico inglese.

John RenbournGiovedì 27 ottobre, l’appuntamento è con “Dancing Dreams, sui passi di Pina Bausch”, il film che racconta della celebre coreografa e della passione per la danza. Bell’appuntamento anche quello con la “Compagnia France Thèatre” e lo spettacolo “Sans-Papiers” che torna in città per il terzo anno giovedì 10 novembre. Una compagnia amatissima dagli studenti della città, per i quali è stato organizzato uno spettacolo la mattina, che quest’anno si presenterà anche nello spettacolo serale, aperto a tutti. Gradito ritorno anche per "Quelli di Grock" che giovedì 17 novembre propongono lo spettacolo "Io me ne frego" di Valeria Cavalli sul tema del bullismo. Il teatro Elidan presenta invece un altro tema di attualità con lo spettacolo "Za’tar", tratto dal  libro di Gianluca Solera (che ha una parte nello spettacolo) che racconta del rapporto tra israeliani e palestinesi. L’ultimo appuntamento invece, è per il 4 dicembre con "Fisica Sognante" della compagnia bolognese Benuzzi, dove la matematica e la geometria vengono spiegate attraverso giochi di acrobazia e giocoleria.

Accanto a "Note di scena", quest’anno Filmstudio’90, Arci e Uaar Varese, propongono la rassegna cinematografica "Le ragioni della laicità" con la proiezioni di quattro film che «vogliono parlare alle persone di cosa sia lo stato laico e cosa significa», come spiegato da Guido Negretti di Uaar. Le proiezioni sono sabato 8 ottobre, alle 21 con "Lourdes" alla sala di Via Borromeo a Viggiù, Sabato 15 ottobre, alle 21, a Cantello con "Persepolis", giovedì 20 ottobre, a Filmstudio’90 con "Giordano Bruno" e lunedì 31 ottobre, alle 21, ad Olgiate Olona con "Habemus Papam". Da non dimenticare poi, la rassegna in lingua originale "Sound & Motion Pictures".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.