Un fiume di… humour al Maga

Domenica si è aperta l'esposizione al museo di via De Magri delle opere del Cartoon Contest organizzato dalla Pro Loco. Tema dell'anno: l'acqua, interpretata da 208 artisti internazionali e 115 italiani

L’arte umoristica trova casa al MAGa, con la 17° edizione di Humour a Gallarate, l’ International Cartoon Contest organizzato dalla Pro Loco Gallarate, che per il secondo anno trova un prestigioso allestimento nelle sale del museo d’arte moderna.

Galleria fotografica

Humour a Gallarate 4 di 13

Il tema di quest’anno era l’acqua, nelle sue mille diverse interpretazioni. Acqua come linfa vitale, come bisogno a volte difficile da soddisfare, come spazio aperto (il mare), come diritto.
Tantissimi gli autori internazionali (208 per la precisione), rappresentativi davvero dei 5 continenti, tra cui Cina, Israele, repubbliche del Centro Asia, paesi dell’Africa. Oltre ad una nutrita selezione di opere dal Sudamerica (in particolare dal Brasile), meritano una citazione particolare quelle provenienti dall’Iran, che ha una vera e propria scuola artistica che coniuga la semplicità grafica e l’inventiva. Forse in queste opere sta il cuore della vignetta, lo sforzo per «la sintesi così importante per i nostri tempi», come ha ricordato l’assessore alla cultura Sebastiano Nicosia.

Tra gli autori italiani (115) spicca l’attenzione "politica" al tema dell’acqua minacciata dalla privatizzazione e dalla monetizzazione. «Anche il referendum di giugno, così sentito dagli italiani, è stato uno stimolo a scegliere questo tema così importante» ha spiegato il presidente della Pro Loco Vittorio Pizzolato. Se la selezione fatta per l’allestimento al MAGa ha messo in esposizione 113 opere, quelle presentate sono state ben 700.

La mostra sarà visibile al MAGa (al piano terra) per 15 giorni, ‘insieme delle opere selezionate è raccolto anche nel catalogo. «Abbiamo fatto uno sforzo organizzativo importante, anche come spazio espositivo» ha detto la direttrice del museo Emma Zanella, presentando l’evento. Dal sindaco Edoardo Guenzani la promessa di valutare la ricerca di spazi comunali per archiviare in modo degno le opere del Premio (ormai numerosissime) e anche un apprezzamento per l’evento al Maga. «Al di là delle polemiche apparse sulla stampa in queste ultime settimane, rinnovo la fiducia verso una realtà culturale quanto mai importante».

Grand Prix Marco Biassoni
Gianfranco Uber- Italia

Sezione Graphic
Primo Premio: Trayko Popov – Bulgaria
Premio speciale giuria per Musa Gumus – Turchia
Menzioni per : Valentin Georgiev – Bulgaria, Doru Axinte – Romania, Hamed Mortazavi Alavi – Iran, Maciej Trzpalka- Polonia, Raul Fernando Zuleta – Colombia

Sezione Satira
Primo premio: Luka Lagator – Montenegro
Premio speciale giuria per Yuray Kosobukin – Ucraina
Menzioni per: Norbert van Yperzeele – Belgio, Kfir Weizman – Israele, Victor Hugo Catalan – Argentina, Giulio Rossetti – Italia, Valentin Druzhinin – Russia.

Sezione Caricature
Primo premio: Sergey Sichenko – Israele
Premio speciale giuria: Shiva Zamanfar – Iran
Menzioni per: Marco Spadari – Italia, Juan Camilo Lopera Arroyave – Colombia, Wlamir Rodrigues – Brasile, Luiz Carlos Fernandes – Brasile, Benedetto Nicolini – Italia

Premio Cava
Primo premio: Paolo Dalponte – Italia
Menzioni per: Valerio Marini – Italia, Huseyn Cakmak – Cipro, Michael Mayevsky – Ucraina, Serghey Sichenko – Ucraina, Steffen Jahsnowsky-Herschel – Germania

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Humour a Gallarate 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.