Un seminario per conoscere Castelseprio e Torba

Si terrà venerdì 28 e sabato 29 ottobre e sarà l'occasione per affrontare le problematiche della struttura e per conoscere i risultati di alcune delle recenti ricerce effettuate al sito

Un seminario per parlare di Castelseprio e Torba. Si terrà venerdì 28 e sabato 29 ottobre e sarà l’occasione per affrontare le problematiche della struttura e per conoscere i risultati di alcune delle recenti ricerce effettuate al sito entrato nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Due giorni organizzati dal Ministero per i Beni Culturali e Paesaggistici, soprintendenza per i beni culturali della Lombardia, Rotary Club Tradate e dalla Provincia di Varese che vedranno l’intervento di studiosi di settore, come archeologi e esperti in storia dell’arte.

La prima parte del seminario, che si aprirà venerdì 28, alle 10, sarà dedicata alla visita degli studiosi alle chiese di S. Maria Foris Portas e alla torre di Torba e «sarà l’occasione per avere un approccio scientifico ma anche estetico degli edifici» ha spiegato Marina De Marchi, referente per la soprintendenta dei Beni Culturali della Lombardia, «Questo sito è una vera e propria perla per tutto il territorio del varesotto ed è importante custodirlo, cosa possibile anche grazie alla sinergia che si è creata tra diverse realtà». Nel pomeriggio il seminario prosegue con un dibattito, aperto anche al pubblico che vuole illustrare le complesse problematiche interpretative degli edifici e proporre nuovi percorsi di ricerca. Il giorno successivo, sabato 29, l’apertura dei lavori è prevista per le 10 e vedrà la presentazione dei primi studi effettuati da giovani studenti universitari e del sito web dedicato a Castel Seprio resi possibili, grazie al contributo della fondazione Rotary Club Tradate, che ha messo a disposizione delle borse di studio. «Il nostro impegno per Castelseprio nasce dal 1974, anno in cui siamo nati. – ha spiegato Paolo Clerici, presidente del Club - Già a quei tempi abbiamo organizzato iniziative per la sua tutela e per farlo conoscere. Continuiamo su questa strada e su quella di aiutare i giovani, come quelli delle università di Padova, che hanno effettuato gli studi». Il seminario, a carattere interdisciplinare, costituisce una fase preliminare di discussione per indirizzare le indagini diagnostiche che riguarderanno la stratigrafia degli alzati, l’analisi delle malte e dei materiali edilizi, l’analisi degli intonaci e dei pigmenti.

PROGRAMMA:

Venerdì 28 ottobre 2011 – Incontro ristretto – ore 10.00 – 12.30  con visita a S. Maria foris portas e a Torba a cui parteciperanno:
Professoressa S.Lusuardi Siena (Istituto Storia dell’arte, Università Cattolica Milano), Professor M. Rossi (Istituto di Storia dell’arte, Università Cattolica Milano), Professor V.Pace (Università la Sapienza, Roma), Professor G.P. Brogiolo (Istituto di Archeologia, Università di Padova), Dottoressa A. Cagnana (soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria), Professor J. Mitchell (Est Anglia University), Professor M. Valenti, Dottoressa A. Acconci (soprintendenza Beni Storici Artistici Etnoantropologici del Lazio).

ore 15.30 – 18.00 – Dibattito a inviti – Castiglione Olona, Sala Nuova Scolastica della Collegiata:
Dibattito sullo stato delle conoscenze relative all’edilizia monumentale di Castelseprio e Torba

Sabato 29 ottobre 2011 – Seduta pubblica – ore 10.00 – 13.00
Castiglione Olona, Sala Nuova Scolastica della Collegiata: presentazione delle ricerche promosse dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, dalla Provincia di Varese e dal Rotary Club di Tradate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.